Vigile eroe stroncato dal cancro: Inail ammette nesso tra il suo lavoro e la malattia

L'Ente di Previdenza ci ripensa e riconoscere il nesso causale tra il coraggioso lavoro svolto da Michele Liguori e i due tumori che lo hanno colpito senza lasciargli scampo

Michele Liguori

Il vigile eroe di Acerra, Michele Liguori, si è ammalato ed è morto di cancro a causa del suo lavoro di sentinella dell'ambiente nella Terra dei Fuochi. Una realtà che adesso, come riferisce Enrico Ferrigno su Il Mattino, è stata finalmente riconosciuta anche dall'Inail. L'Ente di previdenza, infatti, sembra cambiare posizione e riconoscere il nesso causale tra il coraggioso lavoro svolto dal vigile di Acerra e i due tumori che lo hanno colpito senza lasciargli scampo. La sua morte, avvenuta a Gennaio dello scorso anno, ha sconvolto le comunità che abitano le aree della cosiddetta Terra dei Fuochi e commosso l'Italia intera.

Un agente, Liguori, sempre a caccia di discariche abusive, di sversamenti illegali: grande la sua dedizione al lavoro e l'amore per la sua terra martoriata. All'indomani della sua morte, già l'oncologo Marfella, medico per l'ambiente, ha spiegato: "E' morto Michele Liguori, vigile eroe della Terra dei Fuochi, uomo giusto colpito da colangiocarcinoma. Un tumore marker legato specificamente ai polibromodifenili (PBDE) che persino la truffa dello studio SEBIOREC dichiara in eccesso nei pool di sangue delle zone interessate, ma che dice che va tutto bene".
"Michele Liguori - spiegava ancora l'oncologo - aveva nel sangue eccessi degli stessi policlorobifenili PBC 118 e 126 trovati in eccesso nelle acque dei regi lagni di Acerra, nelle pecore di Acerra, nei pastori di Acerra, nei figli dei pastori di Acerra. Cancerogeno certo secondo Lancet, ma che non è certo secondo medici negazionisti. Vergogna a loro ed onore a Michele"

Un uomo che ha sacrificato la sua vita per amore del suo lavoro e della sua terra. "Un' amara vittoria" dice al Mattino Emiliano, figlio di Michele, nessuno ci restituirà mio padre, ma almeno gli è stata resa giustizia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento