Lutto nella polizia: morto il questore Matteo Cinque

Ha combattuto la camorra sanguinaria degli anni '80 alla Squadra mobile di Napoli. E' morto a 74 anni

La Polizia di Stato ha perso oggi un suo valido uomo. È morto a Vico Equense Matteo Cinque, dirigente della Polizia di Stato, questore di Palermo e responsabile di diversi reparti anche al di fuori della Campania. Era tornato a vivere a Vico Equense dopo la pensione, la sua è stata una carriera fulgida. Rivestì ruoli di comando in luoghi e momenti strategici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fu dirigente della Squadra Mobile di Napoli, dell'allora Criminalpol e, una volta promosso questore, fu responsabile delle Questure di Trapani, Salerno e Palermo. È morto oggi a 74 anni lasciando affranti quanti lo hanno conosciuto, i suoi ex colleghi e la sua famiglia. I funerali sono previsti per domani mattina alle ore 10. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

  • Elezioni Regionali Campania 2020: il fac-simile della scheda elettorale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento