"Mia madre tre giorni in pronto soccorso, poi è morta di Covid": indagini sul decesso di un'ischitana

Oggi è stata effettuata l'autopsia sulla salma di Maddalena Carneglia, spentasi al Cardarelli lo scorso 27 dicembre

Proseguono le indagini sulla morte di Maddalena Carneglia, la donna ischitana morta il 27 dicembre scorso al Cardarelli di Napoli per gli effetti del Covid-19, ma inizialmente ricoverata senza i sintomi del virus. Oggi la sua salma è stata sottoposta ad esame autoptico.

Portata al Rizzoli di Ischia un mese prima per problemi alla milza, risultò negativa al tampone. Poi il 6 dicembre le sue condizioni più gravi resero necessario un trasferimento al Cardarelli. Secondo quanto denunciato dai familiari, sarebbe a quel punto rimasta per tre giorni al pronto soccorso.

Al figlio chiedeva di essere trasferita altrove perché non riceveva né assistenza né informazioni, quindi venne spostata in Medicina e lì il 12 dicembre le è stato diagnosticato il Covid.

Avvenuta la morte due settimane dopo, il figlio ha denunciato la vicenda ai carabinieri di Forio. "Qualcuno ci deve delle spiegazioni", sottolineano i familiari.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento