Morte Luigi Chierchia, denunciato il 67enne per il quale stava lavorando

L'uomo avrebbe chiesto al 21enne una prestazione occasionale di manodopera. Il giovane sarebbe poi rimasto fatalmente schiacciato dalla caduta di alcune lastre di marmo

Luigi Chierchia

Un uomo di 67 anni è stato denunciato (omicidio colposo l'ipotesi) per la morte di Luigi Chierchia, il 21enne di Lettere morto mentre lavorava nel deposito di una ditta di lavorazione marmi in via Casarielli a Sant’Antonio Abate.

Secondo gli inquirenti il 67enne aveva chiesto a Chierchia una prestazione occasionale di manodopera, ovvero aiutarlo a spostare alcune lastre di marmo. Durante le operazioni però il carico è caduto rovinando sul copro del ragazzo, rimasto schiacciato. Inutile il trasporto del giovane all'ospedale di Castellammare.

Il dramma nel deposito: morto un ragazzo

L'autorità giudiziaria ha disposto che sul corpo del 21enne venga effettuata l’autopsia, mentre nel deposito i carabinieri della sezione investigazioni scientifiche di Torre Annunziata hanno effettuato i rilievi del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento