Nessun risarcimento al vigile eroe ucciso dai veleni nella Terra dei fuochi

Negato dal'Inail il risarcimento ai familiari di Michele Liguori, morto per un tumore: vigile urbano della sezione ambientale di Acerra, si spento a 59 anni per un raro tipo di tumore al fegato

Michele Liguori

Negato il risarcimento ai familiari del vigile ambientale morto per un tumore nella Terra dei fuochi. Michele Liguori, unico vigile urbano della sezione ambientale di Acerra, è morto a 59 anni per un raro tipo di tumore al fegato il 18 gennaio di quest’anno.

Un uomo coraggioso e onesto. Per anni ha controllato, messo in sicurezza e campionato gli inquinanti della Terra dei Fuochi. Mani e piedi, ogni giorno, tra i veleni, per fare il proprio mestiere nel miglior modo possibile.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aveva voluto ricordarlo così, il giorno della morte, con un messaggio ai suoi cari: "Partecipo al cordoglio per la scomparsa di un servitore delle istituzioni, che si è adoperato nell’affrontare la situazione devastante determinata nella Terra dei Fuochi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assicurazione ora non lo risarcisce, e ai familiari una gelida lettera l'ha spiegato in poche parole: "Per il decesso dell’assicurato non può essere riconosciuto il diritto alla rendita ai superstiti, in quanto la morte non è riconducibile all’evento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento