rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Morto Giovanni Brancaccio: lo storico stroncato da una malattia

Il mondo accademico piange la scomparsa del professore ordinario di Storia Moderna

Il mondo accademico piange la scomparsa di Giovanni Brancaccio, ordinario di Storia Moderna presso la facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio” di Chieti – Pescara, dove ha diretto anche il Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali. 

Stimato storico partenopeo, classe 1949 e allievo di Giuseppe Galasso, Brancaccio ha combattuto negli ultimi due anni contro la malattia in silenzio, senza mai interrompere la sua proficua attività di ricerca. Autore di innumerevoli studi e pubblicazioni e di decine di libri, ha concentrato la sua attività sul “dialogo” disciplinare tra storia e geografia, nonché sulle strutture ecclesiastiche e sula vita religiosa del Mezzogiorno, sui mutamenti politici, economici e sociali del Regno meridionale in particolare nell’Età moderna. 

Uomo e padre amorevole e osservatore privilegiato del mondo meridionale e del Meridionalismo, ha dedicato fino all'ultimo giorno la sua vita alla famiglia e alla Storia. A fine 2019 ha pubblicato il volume “Calabria ribelle. Tommaso Campanella e la rivolta politica del 1599”, che inaugurava la nuova collana “Biblioteca di Storia” dell’editore milanese Franco Angeli, mentre non più di qualche giorno fa veniva pubblicato il suo ultimo libro, "Politica e storiografia in Nello Rosselli".

L'ultimo saluto domenica 7 novembre alle 18.00 nell'Arciconfraternita Santa Maria del soccorso all’Arenella, in piazza Giacinto Gigante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Giovanni Brancaccio: lo storico stroncato da una malattia

NapoliToday è in caricamento