La morte del giovane centauro a Pianura. L'organo locale: "Quella strada è pericolosa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Dopo la tragica morte del giovane diciannovenne morto in Via Pallucci a Pianura il 24 agosto scorso a seguito del violento impatto tra la moto da lui guidata ed un'auto proveniente da una traversa laterale, l'organo locale "La Voce di Pianura" ha lancerà attraverso la sua pagina ufficiale di Facebook e le sue pagine del giornale campagna sul territorio per sensibilizzare i giovani ( e non ) ad usare sempre il casco.

Attraverso le sue pagine di attualità , il giornale indicherà, inoltre, alle istituzioni locali possibili e fattibili soluzioni - già anticipate su Facebook - per ridurre la pericolosità del luogo teatro del drammatico e mortale incidente e cioè:
1) l'allocazione di paletti per evitare la sosta in quel punto e assicurare quindi la massima visibilità a coloro che provengono dalla direttrice via Pallucci.

2) il posizionamento di uno specchio parabolico onde consentire agli automobilisti che provengono da Via Carrà e da via Pallucci di vedere reciprocamente i veicoli provenienti da entrambe le arterie;

3) la collocazione di efficace segnaletica verticale ed orizzontale di preavviso di pericolo e di incrocio.

<< Non è il primo giovanissimo - ha affermato il direttore de "La Voce di Pianura" , Luigi Panico - che muore in un incidente di moto per non aver indossato il casco e/o per la pericolosità delle strade del nostro quartiere. Qualche giorno fa mi sono recato sul luogo dell'incidente per fare delle foto e realizzare un filmato in quel punto pericoloso ed è stato triste e angosciante vedere dei ragazzi - sicuramente amici della vittima - che baciavano piangenti il selciato nel punto preciso dove purtroppo il giovane è morto.>>.

Torna su
NapoliToday è in caricamento