menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli scontri a Milano, a dx Daniele Belardinelli

Gli scontri a Milano, a dx Daniele Belardinelli

Morte Belardinelli, indagati 23 ultras del Napoli: ammaccature su una delle auto sequestrate

Si tratterebbe di persone presenti all'angolo tra via Novara e via Fratelli Zoia, teatro degli scontri nel corso dei quali è stato travolto e ucciso il capo ultrà del Varese

Sale ulteriormente il numero degli indagati per la morte di Daniele Belardinelli, il capo ultras del Varese rimasto ucciso negli scontri avvenuti, a Milano lo scorso 26 dicembre, a poche ore da Inter-Napoli al Meazza.

Sono 23 le persone al momento sotto inchiesta per omicidio volontario, rissa aggravata e lesioni. L'ipotesi di reato, contestata a tutti e 23 gli identificati, è un passaggio tecnico necessario agli accertamenti che sta portando avanti la procura milanese.

Ad occuparsi delle indagini sono i pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, coordinati dal procuratore aggiunto Letizia Mannella.

Scontri Inter-Napoli, arrestato il capo ultrà dei nerazzurri

Gli identificati sono ultras ritenuti presenti all'angolo tra via Novara e via Fratelli Zoia, teatro della maxi rissa tra interisti e partenopei. In quel frangente Belardinelli è stato travolto da un'auto che si ipotizza fosse guidata da tifosi del Napoli. Sulla seconda auto bloccata a Napoli sono intanto state riscontrate delle ammaccature, che si verificherà se sono compatibili con l'investimento.

L'ipotesi: Belardinelli investito di proposito da ultras del Napoli

Il numero degli indagati pare al momento destinato ulteriormente a salire. Gli investigatori stanno controllando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona. Molti dei partecipanti agli scontri avevano il volto travisato da passamontagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento