Cronaca

Muore la cicogna ferita a Ischia: fu colpita dai bracconieri

Nonostante le cure praticate all'ospedale veterinario del Frullone, l'operazione e l'alimentazione forzata, non si era mai ripresa: L'appello: "Chiediamo di intensificare i controlli"

La cicogna ferita

Impallinata il 14 marzo mentre era in volo su Ischia. Nonostante le cure praticate all’ospedale veterinario del Frullone, la cicogna ferita è morta. Operate e sottoposta ad alimentazione forzata, non si era mai ripresa.


Fulvio Mamone Capria, presidente della LIPU-Birdlife Italia, aveva chiesto pochi giorni fa alle forze dell'ordine "di intensificare i controlli durante questo delicato periodo di migrazione affinché non vengano ripetuti atti brutali nei confronti di specie particolarmente protette come nel caso delle cicogne che rappresentano il simbolo della purezza e della libertà e pertanto il loro volo va difeso". Il presidente della LIPU-Birdlife Italia auspica anche che il Parlamento "provveda al più presto ad inasprire seriamente le pene nei confronti dei cacciatori di frodo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore la cicogna ferita a Ischia: fu colpita dai bracconieri

NapoliToday è in caricamento