Addio alla storica acquaiuola di via dei Tribunali: si è spenta Carmela

Una vera istituzione del centro storico. Il toccante ricordo di chi l'ha conosciuta

Carmela

Si è spenta una vera e propria istituzione di Napoli, l'acquaiuola di via dei Tribunali, Carmela.

La notizia, data poche ore fa sui social dal pizzaiolo Gino Sorbillo – che la volle all'inaugurazione di “Zia Esterina” – ha colpito profondamente la cittadinanza.

Tantissimi i commenti al post di Sorbillo, che la ricordano come una persona vera e gentile. “Dai Fior di fragola comprati in lire con il resto del pane di Don Peppino, alle Coca Cola e bicchieri d'acqua mai negati – scrive un utente in un toccante ricordo – dopo infinite partire tra San Domenico e Bellini, ai più recenti aperitivi aspettando fuori da Gino. Carmela mi ha praticamente visto crescere, silenziosamente con gli occhi di una lontana nonna acquisita. Ogni volta 'Tu si o nipot e...comm staj? che stai facenn? M'arricord e te piccerill piccerill'. Piccole storie di un senso di comunità innato, senza orpelli o rivendicazioni, tipico del nostro Centro ma sempre più flebile. È per tenere tutto questo in vita che non dimenticherò mai la dolce Signora Carmela”.

Alcuni anni fa dei vandali le coprirono di scritte il chiosco, in un atto irrispettoso denunciato al tempo dallo stesso Gino Sorbillo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un paio di anni fa Carmelina - raccontano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore della radiazza su Radio Marte Gianni Simioli che la conoscevano bene - ebbe un problema di salute. Nel 2013 invece il suo chioschetto fu distrutto da atti vandalici, quando una baby gang si impossessò della zona dei Tribunali. Ci mobilitammo tutti per farglielo riavere. Oggi ci lascia purtroppo un altro simbolo di Napoli che salutiamo con grande affetto e dolcezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento