rotate-mobile
Cronaca

Addio all'antropologa Amalia Signorelli: aveva insegnato alla Federico II

Di fama internazionale, nel capoluogo partenopeo aveva anche diretto il Centro di ricerca audiovisiva sulle culture popolari

L'antropologa Amalia Signorelli si è spenta oggi a Roma all'età di 83 anni. A Napoli era molto nota per esser stata, dal 1978, docente ordinario di antropologia culturale all'Università degli Studi di Napoli Federico II, e per aver diretto il Centro di ricerca audiovisiva sulle culture popolari. Aveva insegnato anche nelle università di Urbino, Roma, Parigi e Città del Messico.

Allieva di Ernesto de Martino, Amalia Signorelli ha scritto numerosi saggi e articoli, partecipando spesso a trasmissioni televisive come "Ballarò", "Dimartedì", "Fuori onda", "Otto e mezzo" e "Servizio pubblico". I suoi funerali si terranno sabato al Tempio Egizio del Cimitero del Verano, a Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio all'antropologa Amalia Signorelli: aveva insegnato alla Federico II

NapoliToday è in caricamento