Ospedale Monaldi, inaugurate sei unità operative

Presenti all'inaugurazione anche il Governatore della Campania De Luca ed il Cardinale Crescenzio Sepe. "Noi andiamo avanti a carro armato per risolvere i problemi", dice il Presidente della Regione

Sono state inaugurate nella giornata di sabato sei unità operative all’Ospedale Monaldi, le Unità operative complesse di Chirurgia Toracica e di Otorinolaringoiatria, che sono state oggetto di lavori di ammodernamento strutturale, e le Unità operative semplici dipartimentali di Assistenza meccanica al circolo e dei trapianti nei pazienti adolescenti, Tecniche innovative in cardiochirurgia, Scompenso cardiaco e cardiologia riabilitativa e Malattie cardiologiche congenite - Guch, che sono state oggetto di una rivisitazione dei processi di cura, assistenza e presa in carico dei pazienti con l’obiettivo di aumentare l’offerta sanitaria.

Presenti il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, il Cardinale Crescenzio Sepe ed il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera dei Colli Antonio Giordano.

"Mentre a Roma sono impegnati a fare propaganda - ha affermato De Luca - noi lavoriamo per cambiare in meglio la realtà e risolvere i problemi. Al di là della disinformazione, delle mistificazioni e delle falsità che vengono puntualmente rilanciate, noi andiamo avanti a carro armato, buttando il cuore oltre l’ostacolo quando è necessario, nell’interesse della Campania e dei nostri cittadini".

Il Presidente della Regione è tornato sulla polemica degli ultimi giorni con il Ministro della Salute Giulia Grillo, circa i fondi per la ricerca sui tumori all'Ospedale Pascale di Napoli: "Apprendiamo delle dichiarazioni del ministro Grillo e riteniamo che la situazione, in merito alla vergogna nazionale dell'esclusione dell'Istituto Nazionale Tumori IRCCS "Fondazione G. Pascale" di Napoli dai fondi per la ricerca sui tumori, non sia quella da lei descritta. Non c'è stato alcun ritardo. Il problema non è quello della data di presentazione della documentazione, visto che la proposta del Pascale - come conferma il Ministero - 'è stata valutata'. Evidentemente sono state fatte altre scelte, gravi e che offendono la comunità scientifica del Pascale e la sanità campana. Nessuna polemica, ma riteniamo doveroso che il decreto sia corretto con l'inclusione del Pascale. Il fatto che si finanzino altri progetti non c'entra nulla con i 5 milioni previsti dal decreto. Attendiamo una decisione positiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento