menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accademia, professore accusato di molestie. Il presidente: "Vicenda sconcertante"

La studentessa autrice della denuncia: "Io soggiogata dalla sua personalità". Indagini in corso

Anche il presidente dell'Accademia di Belle Arti di Napoli, Giulio Baffi, è intervenuto sulla vicenda del docente accusato da una studentessa di molestie sessuali. Baffi al Corriere del Mezzogiorno ha spiegato di seguire "con molto rammarico" una "vicenda che rischia di appannare il comportamento di centinaia di docenti e di complicare il lavoro di tanti allievi".

"In totale sintonia con il direttore, Giuseppe Gaeta, ribadisco la volontà di non sottovalutare ed insabbiare una vicenda sconcertante e mi auguro isolata". Aggiunge Baffi: "Testimonio la mia fiducia nell’operato del direttore Gaeta che, fin dalla segnalazione ricevuta dalla Consulta Studentesca, ha provveduto ad ammonire formalmente un docente chiedendogli con autorevole fermezza un comportamento non discutibile ed adeguato al buon nome dell’Accademia. Spero che la moltiplicazione mediatica dell’evento possa risultare sproporzionata all’evento stesso".

In effetti, se mentre anche dal punto di vista giudiziario è una "soltanto" la denuncia a carico di un docente, sui social network e attraverso mail ai media tantissime studentesse stanno denunciando ulteriori situazioni, additando sempre l'insegnante intanto iscritto – per atto dovuto – nel registro degli indagati.

Per quanto si conosce dell'inchiesta, l'ex allieva che ha denunciato l'insegnante ha ammesso di aver avuto con lui una relazione sentimentale perché "soggiogata dalla sua personalità".
Saranno i magistrati – attraverso anche dei messaggi audio dell'indagato, e grazie ad altre testimonianze raccolte in Accademia tra studenti e insegnanti – a stabilire se possa essersi trattato o meno, in questo caso, di molestia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento