menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daria Colombo e Roberto Vecchioni

Daria Colombo e Roberto Vecchioni

Forum Culture, la moglie di Vecchioni: "Sta subendo un danno d'immagine"

Daria Colombo, giornalista, scrittrice e amministratore delegato della società che si occupa delle attività del cantautore. "Roberto deciderà con la sua testa, ma penso sia venuto il momento di lasciare"

Una polemica, quella dei compensi in materia di Forum delle Culture, che va avanti da giorni. E adesso a parlare, in una intervista al Corriere del mezzogiorno, è Daria Colombo, moglie di Roberto Vecchioni. "Le polemiche sul suo compenso sono state scorrette, pretestuose. Si è voluto creare uno scandalo intorno a una cosa che scandalosa non è, Roberto è finito in un gioco politico estraneo al suo mondo. È chiaro che attaccano lui per colpire il sindaco Luigi de Magistris".

La Colombo - giornalista, scrittrice e l'amministratore delegato della società che si occupa di tutte le attività del cantautore - ci tiene a specificare: "Roberto deciderà con la sua testa, ma penso sia venuto il momento di lasciare e dire basta a questa storia che sta danneggiando la sua immagine".

In merito ai numeri trapelati nei giorni scorsi, 220 mila euro all'anno: "Quella cifra innanzitutto è lorda, e con quei soldi ci deve pagare i collaboratori, lo staff e i viaggi, tutti a suo carico. Senza dimenticare che, per poter essere presente a Napoli, ha annullato quindici, e dico quindici, date della sua tournée. Ci rimette. Noi non siamo venali, ma basta farsi due calcoli per capire che accettare la nomina a presidente del Forum non è certo un affare economicamente vantaggioso. È amore per la città di Napoli. Una cosa è un'ospitata gratuita di una sera, che Roberto ha fatto tantissime volte, un'altra è il lavoro di due anni che gli si chiedeva. E poi in quella cifra erano compresi anche due concerti di mio marito".

Per poi ricordare: "Roberto è uno che ancora oggi si alza alle sette per andare a insegnare all'Università. I suoi colleghi artisti, famosi meno o come lui, si svegliano all'una. Lo fa per passione, non certo per lo stipendio di settemila euro l'anno. Lui non è uno che lavora per soldi. È accaduto anche con Napoli: s'è fatto contagiare dall'entusiasmo travolgente di Luigi de Magistris, e ha accettato senza neppure chiedere quale sarebbe stato il suo compenso".

La sua opinione infine: "Una vicenda politica nella quale Roberto si è trovato in mezzo, un giochino estraneo al suo mondo. Penso che attacchino lui anche per colpire il sindaco di Napoli. Roberto ha appoggiato Pisapia e de Magistris, e hanno vinto. Ha cantato alla manifestazione nazionale del Pd, e il giorno dopo Berlusconi s'è dimesso. È chiaro che l'aspettavano al varco, e adesso stanno facendo un'operazione scorretta, superficiale. Ho l'impressione che pure Il Pd usi mio marito per mirare a de Magistris, un sindaco che hanno subìto, non scelto. Mi dispiace, perché il Pd è il nostro partito di riferimento: da loro ci saremmo attesi almeno una telefonata per sapere come stavano davvero le cose, invece nulla".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento