menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Mitra di San Gennaro torna in mostra permanente a Napoli

Esposta nel Museo dedicato al Santo, adiacente la Cattedrale di via Duomo. Ci saranno anche la croce in smeraldi e diamanti donata da re Umberto I e un calice in oro e pietre preziose donato da re Ferdinando IV

Torna a casa la preziosissima Mitra gemmata di San Gennaro, uno dei capolavori del Museo del Tesoro a lui dedicato. Con altri esemplari dell'inestimabile tesoro raccolto in quasi 500 anni, la Mitra è stata portata in mostra a Roma, Parigi e a Belo Horizonte, in Brasile, ottenendo grande successo grazie a oltre un milione di visitatori. A partire da domani la Mitra gemmata con 3694 pietre preziose, tornerà in mostra permanente nel Museo dedicato al Santo, adiacente la Cattedrale di Napoli, in via Duomo.

Insieme con la mitra saranno esposte la leggendaria collana realizzata in 250 anni con le donazioni di regnanti di tutta Europa, la croce in smeraldi e diamanti donata da re Umberto I, il calice in oro e pietre preziose donato da re Ferdinando IV e la pisside gemmata donata da re Ferdinando II saranno finalmente esposti insieme agli altri capolavori del Tesoro di San Gennaro, in modo permanente nel Museo. Un tesoro dal valore inestimabile che per molti esperti è superiore a quello della corona inglese e che è stato custodito negli anni dalla Deputazione, l'istituzione laica che rappresenta Napoli e i napoletani dal "voto" della Città di Napoli del 13 gennaio 1527.

La nuova esposizione permanente è stata curata dal direttore del Museo, Paolo Jorio, con un allestimento che esalta la capacità e maestria artistica partenopea espressa in opere di oro e argento di altissimo pregio, oltre a essere la straordinaria storia della fede di un popolo. Il ritorno in città degli esemplari più belli del tesoro vuole essere anche un evento per i napoletani. Non è, infatti, un caso che il titolo della mostra sia "Il Tesoro di Napoli, I Capolavori del Museo di San Gennaro per Napoli" con cui si inaugura per tutto il 2015 un biglietto ridotto da 10 euro a soli 5.

Il Museo sarà visitabile a Pasqua e nel Lunedì in Albis con orario dalle 9,00 alle 17,30. L'apertura è garantita tutti i giorni, compresa la domenica e i festivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento