rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Si è ripetuto il 'miracolo' di Santa Patrizia

Al termine della cerimonia officiata da Sepe, una delle suore ha prelevato l'ampolla e l'ha portata in una sala oltre il chiostro permettendo ai fedeli di renderle omaggio. La storia

Si è rinnovato il prodigio della liquefazione del sangue di Santa Patrizia, compatrona di Napoli. Al termine della cerimonia, officiata dall'arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe, una delle suore ha prelevato l'ampolla contenente il sangue liquefatto e l'ha portata in una sala oltre il chiostro permettendo ai fedeli di renderle omaggio al termine della celebrazione, cosi' come ha fatto il cardinale Sepe.

LA TRADIZIONE - Il miracolo della liquefazione del sangue della Santa si rinnova il 25 agosto, ma anche in altri giorni dell'anno. La storia vuole che Patrizia, discendente dell'imperatore Costantino, naufrago' a Napoli mentre era diretta in Terra Santa. Qui rimase e le sue spoglie dopo essere state custodite a Castel dell'Ovo, nel 1864 furono traslate nella chiesa di San Gregorio Armeno dedicata a Santa Patrizia. Sul miracolo del sangue di Santa Patrizia la Chiesa non si è mai ufficialmente pronunciata, così' come su quello, più noto in tutto il mondo, del patrono San Gennaro.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è ripetuto il 'miracolo' di Santa Patrizia

NapoliToday è in caricamento