rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

San Gennaro, il monito del vescovo: "Non scambiatelo per un oracolo"

Il messaggio di Battaglia ai fedeli: "Il miracolo dello scioglimento non è una superstizione, ma segno del sangue di Cristo". Poi, l'appello al futuro sindaco: "Sarà al suo fianco solo se sarà a difesa degli ultimi"

"Vi chiedo di non scambiare un segno evangelico per un oracolo da consultare". Comincia così l'omelia di Mimmo Battaglia, arcivescovo di Napoli, al suo primo miracolo settembrino di San Gennaro, il più sentito dalla città, quello che corrisponde al giorno della sua festa. 

Il suo è un debutto fortunato perché quando percorre la navate centrale del duomo, il sangue nella sacra ampolla è già sciolto. Il vescovo metropolita si rivolge ai fedeli, il suo è un monito per chi si è allontanato dal vero significato del prodigio: "Non cediamo alla tentazione di banalizzare i segni, piegandoli alla curiosità e alla superstizione. Il sangue, che si sciolga o meno, è sempre e solo il sangue di Cristo, versato per amore e mescolato al sague di tutti coloro che nei secoli che hanno dato la vita per testimoniare l'amore del Signore".  

Il discorso di Battaglia spazia dalle bellezze di Napoli alle sue criticità. Chiede alla sua Chiesa "...di mettersi a disposizione della traversata verso il bene comune". Napoli è una pagina di Vangelo, ripete più volte il vescovo dal pulpito; chiede ai presenti una preghiera per il piccolo Samuele, il bimbo caduto da un palazzo nei pressi di via Foria, e per i suoi genitori; torna a parlare degli operai della Whirlpool. 

Poi, seppure senza nominarlo, si rivolge al futuro sindaco di Napoli: "Solo chi ama Napoli sarà capace di amministrarla. Solo chi sentirà di appartenerle potrà servirla. Sarò al vostro fianco ma a condizione che vi adoperiate realmente e senza ipocrisie nella difesa degli ultimi. La funzione delle istituzioni non è la promozione delle carriere politiche, ma il servizio del bene sociale". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

San Gennaro, il monito del vescovo: "Non scambiatelo per un oracolo"

NapoliToday è in caricamento