San Gennaro, il sangue si è sciolto: l'annuncio alle 10:07

Centinaia di persone sul sagrato e all'interno della basilica. Alle 9:25 l'arrivo del sindaco de Magistris. Alle 10:07 l'annuncio del Cardinale Sepe: "Quando abbiamo aperto la cassaforte era già tutto sciolto"

(foto Alessandra De Cristofaro)

Alle 10:07 l'attesa dei fedeli è giunta al termine: il Cardinale Crescenzio Sepe ha annunciato che il sangue era liquefatto. L'ora riportata è quella relativa all'annuncio. Sepe, infatti, ha rivelato che "all'apertura della cassaforte il sangue era già sciolto". 

IL VIDEO: L'ANNUNCIO DEL MIRACOLO

Centinaia di persone si sono radunate, fin dall'alba, all'interno della Cattedrale del Duomo e sul sagrato, in attesa del Miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro.

Secondo il programma ufficiale delle celebrazioni del 2018, alle ore 9.45 il Cardinale Crescenzio Sepe si è recato nella Cappella del Santo dove, con l’ausilio dell’Abate mons. Vincenzo de Gregorio, del Sindaco De Magistris e del Vice Presidente della Deputazione Carafa, ha provveduto all’apertura della cassaforte che contiene il Reliquiario con le ampolle del Sangue. Alle 8:40 circa si è concluso il Cerimoniale d'entrata. Alle 9:25 l'arrivo del sindaco Luigi de Magistris, pochi minuti dopo seguito dal Governatore Vincenzo De Luca, che ha parlato di San Gennaro anche in termini economici. Attimi di panico per la tentata aggressione al sindaco da parte di un uomo anziano, prontamente bloccato dai cerimonieri. 

Particolarmente toccante il discorso del Cardinale Crescenzio Sepe, che dopo la liquefazione del sangue ha parlato di giovani, di emigrazione, di invecchiamento della società. "E' una sconfitta quando i giovani voltano le spalle alla nostra terra e partono. Bisogna dare presente ai giovani, e amare Napoli come la amava San Gennaro".

Dopo il discorso il Cardinale ha accusato un lieve malore, dal quale si è comunque ripreso in tempo per la chiusura della funzione. 

MALORE PER IL CARDINALE SEPE
 

Il sindaco ha parlato invece di città "strangolata" dallo Stato, ma che è in via di ripresa, con molti giovani che restano e altri che scelgono di tornare". Presente anche il Principe di Borbone, erede al trono del Regno delle Due Sicilie. "Sono incantato dalla città", ha detto. Le celebrazioni che sono iniziate ieri con la consueta marcia dei tedofori, provenienti dai luoghi simbolo del Santo (Catacombe di San Gennaro, Pozzuoli, dove Gennaro fu ucciso, e Antignano, dove avvenne il primo miracolo).

VIA DUOMO, AL VIA LE CELEBRAZIONI: ARRIVANO I TEDOFORI

LA STORIA - San Gennaro, vescovo di Benevento, fu ucciso nel 305. Secondo la leggenda il suo sangue fu raccolto dalla nutrice in due ampolle. Successivamente le ampole furono consegnate al vescovo napoletano, che le conservò nel Duomo. Nel volume "Le vite de' sette Santi Protettori di Napoli", di Paolo Regio, datato 1579, compare il racconto della nutrice. Secondo il Martirologio Geronimiano Gennaro fu martirizzato il 19 settembre a Pozzuoli. Le sue spoglie furono trasferite solo in aprile. 


MIRACOLO DELLA LIQUEFAZIONE - La certezza scientifica, attraverso un esame spettroscopico, la si ottiene nel 1902: nelle ampole c'è sangue. La liquefazione avviene tre volte l'anno: oggi, 19 settembre, si ripete poi il 16 dicembre. La prima liquefazione dell'anno solare, però, avviene il sabato precedente la prima domenica di maggio. La mancata liquefazione del sangue è solitamente considerato un evento apocalittico per la città. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE RICHIESTE DEI NAPOLETANI A SAN GENNARO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento