menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, il ministro Lorenzin: "Non saranno tagliati i posti letto"

A Napoli per l'inaugurazione del centro di chirurgia robotica multidisciplinare nel Policlinico dell'Università Federico II. "Purtroppo è stato fatto un calcolo su parametri e dati non corretti"

"Purtroppo è stato fatto un calcolo su parametri e dati non corretti. Stiamo parlando di 600/800 posti letto". Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a margine dell'inaugurazione del centro di chirurgia robotica multidisciplinare nel Policlinico dell'Università Federico II di Napoli, commenta i problemi della Regione che nei giorni scorsi si è vista tagliare circa 800 posti letto.

Lorenzin assicura, comunque, che non saranno fatti ulteriori tagli. Soprattutto esorta a superare il concetto di 'posto letto' nell'accezione comune del termine. "Il termine 'posto letto' è unita di misura superata rispetto ai modelli organizzativi odierni. Per andare oltre il concetto di 'posto letto' e pagare a prestazioni, definendo così e i budget di una singola struttura. Bisogna che il sistema sia efficiente".

Quanto alla necessità di risolvere il problema delle barelle nei pronto soccorso, soprattutto delle grandi strutture ospedaliere, il ministro conferma la validità delle reti di emergenza. "È la prima cosa. La riorganizzazione delle reti di emergenza permette innanzitutto di focalizzare il corretto uso dei pronto soccorso. Il 118 con una cabina regionale di smistamento del paziente consente di indirizzarlo nella struttura adeguata dove c'è posto. Parallelamente, deve funzionare la rete di prevenzione per far sì che il paziente attivi in ospedale quando davvero ne ha bisogno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento