Cronaca Pozzuoli

Paura a bordo della motonave: costretta a rientrare, alcuni passeggeri minacciano il capitano

Una minicrociera partita da Pozzuoli e diretta a Capri e poi in costiera, è terminata anzitempo a Ischia: tre dei 290 passeggeri a bordo si sono precipitati in cabina di comando e hanno dato pugni contro i vetri

Una minicrociera partita dal porto di Pozzuoli è stata costretta a tornare nel porto puteolano per avverse condizioni marine, scatenando la rabbia tra i circa 290 passeggeri a bordo. I fatti sono avvenuti ieri e sono descritti su CronacaFlegrea. Partita alle 10 da Pozzuoli e diretta a Capri, Nerano, Isola di Galli, Positano e Amalfi, l'imbarcazione ospitava 290 persone che avevano pagato una tariffa di 50 euro - pranzo compreso. Ma il tour è terminato a Ischia, scatenando l'indignazione dei passeggeri. 

Insulti e minacce, pugni contro i vetri della cabina di comando: così hanno reagito alcuni passeggeri. La motonave veniva quindi raggiunta dalla Guardia Costiera che la scortava nuovamente a Pozzuoli, dove c'erano polizia e carabinieri. Immediatamente un'enorme fila si creava in Capitaneria, composta dai turisti che chiedevano il rimborso del tour. 

"Forse potevamo proseguire, così i passeggeri stessi ci avrebbero chiesto di rientrare", afferma il capitano Carannante. "Non era il caso di continuare verso Capri, c'era un forte rollio: ci siamo fermati a Ischia, alcuni hanno fatto il bagno, poi alcuni facinorosi hanno iniziato a inveire. Una cosa mai successa in tanti anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura a bordo della motonave: costretta a rientrare, alcuni passeggeri minacciano il capitano

NapoliToday è in caricamento