Cronaca

Sfasciata l'auto del titolare del Kestè, lui si sfoga: "Questo significa essere diversi e cercare un cambiamento"

Tanti i messaggi di solidarietà per l'ennesimo atto vandalico subito

Un nuovo atto vandalico è avvenuto ai danni di Fabrizio Caliendo, titolare del Kestè, noto locale della movida napoletana. Caliendo, ieri mattina, ha trovato la sua auto semi-distrutta, con ruote squarciate, specchietto rotto e targa quasi tolta dal paraurti. L'episodio è stato reso noto dallo stesso Caliendo, che via social, oltre ad esprimere il proprio disappunto ha lanciato un nuovo appello ai suoi concittadini e alle istituzioni.

"Mi hanno tagliato 3 gomme, Rotto specchietto e la targa della macchina a via de Marinis ( in piazza) Questo significa essere diversi e cercare un cambiamento a Napoli. Come sempre le istituzioni nel loro silenzio e assenza sono complici di tutto questo, perché non stanno vicino concretamente a chi si espone e con brio e tenacia insegue un desiderio come quello di vedere una piazza, un quartiere, una notte più sana e bella. La meritocrazia, la premialità, il sostegno ai giovani sono solo chiacchiere che fanno scappare migliaia di giovani ogni anno da Napoli.

La città e la regione più giovane d'Europa governata come in un paesino di provincia negli anni '60. Sono scomodo a 360 gradi, mi comporto in maniera fastidiosa, denuncio sempre quel che succede e aggrego persone sane cercando di coinvolgerle in azioni concrete per ottenere un risultato! Ma su tutto di metto il cuore

E la "premialità" per tutto ciò? Danni, minacce e un silenzio mortificante da parte delle istituzioni. Si accomunano me e il Kestè alla mala movida, mentre la stessa sta comprando la "notte buona" e sta facendo scappare le eccellenze! Sindaco dove sei? Come fai a non vedere tutto questo??! I voti buoni vanno dati, non puoi solo bocciare...! Beh, io tutto questo lo ho già subito in anni, sicuramente stanca, ma non mi fa paura.

Anzi significa che sono io a fare paura a qualcosa e a qualcuno. Quindi lancio un altro evento per venerdì 8 aprile, sempre con i giovani, sempre a microfono aperto e con tutto quello che verrà. Keste... E se vi piace, continuate a sostenerci!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfasciata l'auto del titolare del Kestè, lui si sfoga: "Questo significa essere diversi e cercare un cambiamento"
NapoliToday è in caricamento