rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Pompei

Minacce al segretario dei Giovani Democratici a Pompei

Alfonso Coccoli, 20 anni, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare l'accaduto

"La scorsa settimana sono stato bersaglio di alcune telefonate intimidatorie nei confronti miei e dei miei familiari con riferimenti ad atti di violenza gravi nei nostri confronti determinando nella mia famiglia una forte preoccupazione". È quanto ha riportato sui social network Alfonso Coccoli, segretario del Giovani Democratici di Pompei.

"Non so chi fosse al telefono – racconta Coccoli – ma certo le minacce riguardavano il mio impegno politico con riferimenti chiari e precisi all'evento che avevo organizzato la sera prima a Pompei, dove insieme a due candidati al consiglio regionale erano presenti la senatrice Teresa Armato e il segretario della federazione metropolitana di Napoli Marco Sarracino. Ho presentato insieme a Sarracino e al presidente della direzione metropolitana di Napoli, Paolo Mancuso, un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare l'accaduto".

"A 20 anni – spiega ancora – è una cosa un po' difficile da affrontare, ma non mi farò minimamente intimidire. Per due motivi: il primo è che quando ho scelto di intraprendere la strada politica ero consapevole che significava anche questo, dover affrontare situazioni difficili da gestire; il secondo motivo è che le minacce ricevute sono un segnale che la battaglia politica che sto portando avanti è quella giusta. Mi sono sentito molto protetto dal mio partito e un ringraziamento va sopratutto a loro. Il PD è una grande comunità e non perde mai occasione per dimostrarlo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce al segretario dei Giovani Democratici a Pompei

NapoliToday è in caricamento