Grave a causa del Covid, fa 700 km in auto per la cura del plasma: il caso di un professionista giuglianese

L'uomo, noto professionista giuglianese, è andato in auto a Mantova attaccato ad una bombola d'ossigeno

Ansa

Si trova da giovedì a Mantova Mimmo, noto professionista di Giugliano affetto da Covid-19 ed in gravi condizioni. L'uomo è partito dalla sua città in direzione Lombardia perché nel capoluogo sono noti per la sperimentazione della cura al plasma. Settecento chilometri in condizioni disperate, attaccato ad una bombola d'ossigeno, con suo figlio accanto. Mimmo è stato preso in carico dai medici dell'ospedale mantovano.

È pazzesco, poteva morire in auto durante il viaggio - spiegano i medici che lo hanno in cura, come riportato dal Gazzettino di Mantova - Abbiamo immediatamente chiamato anche i nostri colleghi rianimatori e lo abbiamo intubato. Poi lo abbiamo trasferito su, in Rianimazione. Ormai ci chiamano ogni giorno da ogni parte d’Italia per chiederci se a Mantova facciamo il trattamento con il plasma del paziente convalescente ed è una situazione che ci sta mettendo in difficoltà".

Ora l'uomo si trova in rianimazione, in condizioni gravi per una grave forma di polmonite da Covid-19. È stato già sottoposto a due infusioni di plasma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento