rotate-mobile
Cronaca

Metrò, arriva il tour in 3D delle nuove stazioni della Linea 1

Sul sito di Metronapoli i progetti ideati da grandi nomi dell'architettura come Alvaro Siza, Eduardo Souto de Moura e Richard Rogers. Tutti sono ispirati all'idea di riqualificazione totale dell'area urbana

Mn Metropolitana di Napoli Spa, azienda responsabile dei progetti della Linea 1 napoletana (la cosiddetta “collinare”), mette online i progetti per le nuove stazioni che completeranno il percorso.

Sul sito Metropolitanadinapoli.it è possibile infatti fare uno spettacolare viaggio in 3D tra le stazioni Municipio, Università (già aperta), Garibaldi, Centro Direzionale, Tribunale, Poggio Reale, Santa Maria del Pianto e Capodichino Aeroporto per vedere sin da adesso come saranno a completamento dell’opera. Tutti i progetti di queste nuove stazioni della metro sono “firmate” da grandi nomi dell’Architettura.

Alvaro Siza ed Eduardo Souto de Moura hanno ideato la stazione “Municipio” pensandola come una grande area pedonalizzata, snodo importante tra le linee su ferro 1 e 6 ed i trasporti marittimi che non perde di vista la sua posizione di grande importanza storica con il Maschio Angioino affacciato sui ritrovamenti archeologici.

Dominique Perrault ha progettato la stazione “Garibaldi”, snodo fondamentale per la nostra linea di trasporto pubblico ferroviario (Circumvesuviana, FS, Linea 1 e 2). Come si legge sul sito dedicato al metrò cittadino, si tratta inoltre di un intervento concepito come riqualificazione dell’intera piazza che si articola in due zone: a nord giardini e spazi pedonali daranno l’accesso diretto alla rete di servizi e ad un parcheggio sotterraneo, mentre a sud una grande galleria ipogea collegherà le stazioni e sarà sottolineata da una lunga pensilina.

Affidata a Benedetta Tagliabue la stazione “Centro Direzionale”, cuore economico-industriale del centro cittadino. L’idea dell’architetto è quella di spezzare la linearità rigida dell’area e di inserire elementi più naturali come una copertura per la piazza ipogea fatta di legno lamellare e maiolica.

Metropolitana Linea 1 in 3D - Foto Architecture Underground

Mario Botta è l’ideatore, invece, sia della nuova stazione “Tribunale”, cuore del centro storico di Napoli, sia di quella di “Poggioreale”, entrambi i progetti rientrano pienamente nel nuovo piano di riqualificazione urbana. Botta ha prediletto, per la prima, l’uso di materiali essenziali come marmo, vetro e acciaio corten per ricalcare un approccio funzionale rigoroso. Per la seconda, invece, l’architetto ha utilizzato come ingresso l’ex Barriera Doganale, trasformando tutto in un grande porticato aperto al transito e agli spazi pedonali retrostanti. Inoltre una nuova configurazione arriva anche per l’accesso alla struttura cimiteriale, concepita con una nuova illuminazione che di sera sarà in grado di sottolineare il nuovo aspetto riqualificato della piazza.

Richard Rogers è, infine, l’architetto scelto per progettare “Santa Maria del Pianto” e “Capodichino Aeroporto”. La prima stazione diventerà un nuovo nodo di accesso alla città con un grande parcheggio di interscambio regionale (di importanza strategica vista la posizione: vicina alla tangenziale, quindi anche all’accesso autostradale, e all’aeroporto di Capodichino). La seconda ridisegnerà l’accesso all’aeroporto di Napoli con percorsi pedonali coperti e una rete capillare di strade, connesse ai parcheggi. Il fulcro dell’opera sarà una grande copertura aggettante traslucida del piazzale antistante l’aerostazione, la quale permetterà alla luce naturale di entrare dall’alto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metrò, arriva il tour in 3D delle nuove stazioni della Linea 1

NapoliToday è in caricamento