Mertens dona la sua maglia al ragazzo aggredito ai Colli Aminei

L'attaccante del Napoli ha incontrato il giovane vittima di bullismo nei giorni scorsi

Il trauma della violenza subita resterà probabilmente per anni ma piccoli gesti come quello di Dries Mertens proveranno ad alleviarlo. L'attaccante del Napoli ha incontrato il giovane bullizzato da un gruppo di coetanei ai Colli Aminei. Mertens l'ha ospitato nella sua abitazione e gli ha regalato la sua maglia. Un incontro che ha sicuramente dato un momento di svago al giovane e che soprattutto lancia un messaggio di vicinanza a chi è vittima del bullismo. I due hanno posato insieme in una foto con la maglia azzurra numero 14, immagine circolata poi sui social e applaudita da migliaia di utenti. 

I fatti di cui è stato vittima il giovanissimo risalgono allo scorso 8 maggio quando venne aggredito da un gruppo di cinque ragazzi tra i 14 e i 17 anni e la scena venne ripresa da un sesto minorenne di 13 anni. Il filmato in poche ore fece il giro del web acuendo la ferita della vittima ma scatenando anche una reazione di indignazione da parte della società civile. Dopo poche ore, la polizia ha identificato gli autori del gesto e li ha denunciati tutti in stato di libertà. Fondamentale nell'inchiesta, coordinata dalla procura per i Minorenni e svolta dagli agenti della Squadra mobile e del commissariato Arenella, è stato il sequestro dei cellulari degli indagati che ha permesso di risalire al motivo dell'aggressione. Si tratterebbe di un futile litigio avvenuto il giorno prima all'interno di un gruppo Whatsapp. 

Il video dell'aggressione 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento