Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Feltri: "Non sono razzista, sud inferiore economicamente. Amo il dialetto e la cultura dei napoletani"

"Senza di noi il Sud va a ramengo: senza i soldi del Nord i meridionali cosa fanno? Sapete perché non ci concedono l'autonomia? Perché altrimenti perdono i soldi, questa è la verità", spiega il direttore di 'Libero'

"Tutte queste polemiche non hanno senso, non ho voluto offendere nessuno, ho solo detto una verità incontestabile, e cioè che il Sud è inferiore economicamente al Nord. Punto. Se non lo riconosciamo siamo degli imbecilli. Ieri da Giordano ho semplicemente constatato la realtà, con una battuta che qualcuno ha equivocato, ma non capisco perché mi vogliono far passare per quello che non sono. Finiamola di fare del vittimismo. Non c'è nulla di antropologico. Non sono un razzista, non sono un anti meridionale, anzi. Amo il dialetto napoletano, le canzoni napoletane, amo Napoli, la sua cultura'', spiega all'Adnkronos Vittorio Feltri, dopo le polemiche scaturite per le sue dichiarazioni sul Sud alla trasmissione 'Fuori dal coro' di Mario Giordano su Rete4.

 ''Sono pronto ad andare in qualsiasi tribunale per difendermi e ripetere una verità incontestabile sul Sud e i suo abitanti. Non conosco Verna, non l'ho mai visto e incontrato in vita mia, so che faceva il calcio minore, non capisco perché si accanisca contro di me per motivi che non esistono. Senza di noi il Sud va a ramengo: senza i soldi del Nord i meridionali cosa fanno? Sapete perché non ci concedono l'autonomia? Perché altrimenti perdono i soldi, questa è la verità", conclude il direttore di 'Libero'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feltri: "Non sono razzista, sud inferiore economicamente. Amo il dialetto e la cultura dei napoletani"

NapoliToday è in caricamento