menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mercadante

Mercadante

Mercadante, è bufera: indagini sulle assunzioni

Presunte irregolarità nel concorso di dicembre. L'ipotesi è abuso d'ufficio, ma per ora nessun indagato. Intanto il Comune aveva già revocato Giannola: "Venuto meno il rapporto fiduciario"

Teatro Mercadante, al via un'indagine su presunte irregolarità in assunzioni attraverso un concorso del dicembre scorso.

L'INCHIESTA: l'ipotesi è quella di abuso d'ufficio, ma per adesso non figura alcun indagato. Ieri, la Guardia di Finanza, ha acquisito tutta la documentazione presso il Teatro. L'inchiesta, avviata dal pm Celeste Carrano, è partita in seguito alle notizie di stampa che segnalavano presunte anomalie denunciate da alcuni partecipanti al concorso, in relazione al bando e ai criteri di selezione.

LA DELIBERA DEL COMUNE: La Giunta comunale, intanto, già mercoledì, su proposta del Sindaco Luigi de Magistris, ha approvato la delibera di presa d’atto delle dimissioni presentate da Adriana Pollice, rappresentante  del Comune di Napoli in seno al Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Teatro Stabile della città di Napoli e di revoca della designazione dell’altro rappresentante del Comune di Napoli, Adriano Giannola.

Nella premessa dell’atto adottato si evidenzia che “le nomine e le designazioni dei rappresentanti del Comune di Napoli presso enti, aziende, società ancorché consortili ed istituzioni, avvengono sulla base del rapporto fiduciario tra l’Amministrazione Comunale e il soggetto cui viene conferito il mandato e che tale pactum fiduciae è elemento essenziale dell’incarico e deve persistere per tutta la durata del mandato”.

La delibera poi prosegue: “le vicende relative all’iter che ha condotto alla modifica dello Statuto, al nuovo contratto per il Direttore artistico e all’avviso di selezione per l’assunzione di 15 unità di personale a tempo indeterminato presso l'Associazione Teatro Stabile della città di Napoli, hanno irrimediabilmente compromesso il giudizio di affidabilità espresso dall’Amministrazione”.

Nell’atto si sottolinea che è venuto meno il rapporto fiduciario nei confronti del prof. Adriano Giannola e che, pertanto, occorre procedere alla revoca della designazione espressa con la citata deliberazione di Giunta n. 1222/2011.

Nella parte dispositiva, infine, si dà “mandato al competente Servizio del Dipartimento Gabinetto del Sindaco di procedere alla predisposizione dell’Avviso pubblico per la presentazione di candidature per la designazione dei rappresentanti del Comune di Napoli nel consiglio di amministrazione dell’Associazione Teatro stabile della città di Napoli”.

Il Sindaco de Magistris ha dichiarato: “Adesso si apre una fase nuova e siamo fiduciosi che nei prossimi giorni il Ministero deliberi affinchè il Teatro Stabile di Napoli diventi finalmente Teatro Nazionale e che, quindi, al più presto possa anche partire la Scuola di teatro che sarà diretta da Luca De Filippo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Presunta depressione da Covid: Rita muore a 27 anni

  • Cronaca

    Falsi incidenti stradali per truffare l'assicurazione: in sette nei guai

  • Cronaca

    Maxi sequestro di alimenti: sospesa un'attività commerciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento