rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Maturità 2023 al via, a Napoli record di candidati

Sono 44.008 gli studenti che oggi affronteranno in città e provincia la prima prova. Più dell'intero Veneto o dell'intera Emilia Romagna

Inizia finalmente oggi, con la prima prova d'italiano, l'esame di maturità 2023. Da stamattina oltre 536mila studenti in tutta Italia e 82.742 nella sola Campania (regione col numero più elevato del paese) saranno alle prese col tradizionale "rito di passaggio" che segna la fine del percorso scolastico.

Da quest'anno si torna alla formula pre-Covid, con due scritti e un colloquio. Già per la maturità del 2022 era stato ripristinato l'esame di maturità con due prove scritte e una orale, invece che una sola prova orale. Una importante differenza in questo 2023 è però che la seconda prova sarà di nuovo nazionale, cioè uguale per tutti gli istituti di uguale indirizzo invece che ideata dalle singole commissioni.

Interviste: le emozioni dei ragazzi prima dell'esame

Le tracce della prima prova

La tipologia dei temi

Il candidato oggi dovrà scegliere una traccia tra le 7 proposte dal Ministero. Le tipologie di elaborati a disposizione sono invece tre: due tracce di analisi del testo (un testo poetico e uno in prosa); tre tracce di testo argomentativo (una di queste sarà obbligatoriamente d'ambito storico); due tracce di tema d'attualità.

La sessione inizia alle ore 8.30, la seconda prova scritta si terrà il 22 giugno 2023. La terza prova scritta, se prevista, si terrà infine il 27 giugno 2023. Gli orali inizieranno dopo la correzione delle prove scritte, orientativamente a partire da lunedì 26 giugno.
Le commissioni valuteranno cinque studenti al giorno. Il colloquio, inter e multidisciplinare, riguarderà anche l’insegnamento trasversale dell'educazione civica. 

Numeri da record a Napoli

Tra candidati interni e privatisti in scuole statali e paritarie è la provincia di Napoli con 44.008 candidati ad avere il più elevato numero di maturandi (30.314 nelle statali e 13.694 nelle paritarie). Napoli da sola ha più candidati del Veneto (39.356), della Puglia (37.863), dell’Emilia Romagna (35.405), del Piemonte (32.857), della Toscana (29.822) o dell’Abruzzo, Basilicata e Calabria messe insieme (10.622, 5.353 e 18.797). In forza di questi numeri, a Napoli saranno impegnate per gli esami 1.020 commissioni.

Come città, per numero di candidati dopo Napoli c’è Roma con 38.559 (32.678 nelle statali e 5.881 nelle paritarie), seguita da Milano con 24.555 e da Torino con 17.670.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2023 al via, a Napoli record di candidati

NapoliToday è in caricamento