rotate-mobile
Il caso

Messina Denaro potrebbe essere curato a Napoli: l'ipotesi

Non esistono carceri che permettono le cure oncologiche in day hospital. Solo cinque gli ospedali con padiglioni di massima sicurezza

Non ci sono carceri in Italia in cui è possibile eseguire cure o prestazioni oncologiche in day hospital all'interno, ma ci sono 5 città con ospedali dotati di reparti di medicina penitenziaria a sorveglianza rafforzata e in alcuni casi posti letto dedicati al 41 bis. È quanto apprende LaPresse da fonti di sanità penitenziaria in merito al caso del boss Matteo Messina Denaro che è affetto da cancro al colon.

Il suo stato di salute sarà uno dei fattori che magistrati e amministrazione penitenziaria terranno in considerazione nel prendere le future decisioni e gli avvocati per depositare istanze.Le città in questione sono Milano, con il reparto 41-bis dell'ospedale San Paolo a che fisicamente separato dalle reparto ordinario di medicina peniteziaria, Roma all'ospedale Pertini, Napoli, Catania e Viterbo ma quest'ultimo orientato in senso infettivologico e che spesso trasferisce altrove pazienti-detenuti con patologie di altra natura come quelle tumorali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina Denaro potrebbe essere curato a Napoli: l'ipotesi

NapoliToday è in caricamento