rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Marigliano

Nuova strage di cani a Marigliano. "Scenario raccapricciante"

La denuncia del commissario regionale dei Verdi campani, Francesco Emilio Borrelli. A gennaio furono ritrovate le carcasse di decine di meticci. "Dopo essere stati barbaramente uccisi, sono stati rinchiusi in buste di plastica"

Altri 50 cani ritrovati nell'alveo della " vergogna" a Marigliano dove lo scorso 9 gennaio furono ritrovate le carcasse di decine di meticci. Questa la denuncia del commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. "Lo scenario raccapricciante è purtroppo lo stesso della precedente mattanza. Uguale anche la modalità di soppressione di questi poveri animali che dopo essere stati barbaramente uccisi sono stati rinchiusi in buste di plastica nera abbandonate nei pressi dell' alveo".

"Se questa mostruosità - continua Borrelli - è stata ripetuta a distanza di un mese ci sono secondo noi diverse ragioni. La prima è che l'Alveo Frezza a Marigliano resta un luogo isolato e sicuro per i criminali dove poter sversare ogni cosa: dai rifiuti tossici ai cadaveri di animali. Il secondo è che non è stato fatto nulla di concreto per fermare la mattanza che anzi continua in modo addirittura spregiudicato e spavaldo. La criminalità si sente sicura nal continuare lo sversamento illecito di carcasse animali nello stesso sito nonostante il clamore mediatico e le indagini della Procura di Nola. Non ci resta che autorganizzarci e presidiare da soli il territorio contro questa ennesima strage di animali indifesi di cui ad oggi non sappiamo nè la genesi nè gli autori".


Da inizio anno, in soli due mesi, sono stati contati oltre 200 cadaveri di cani e gatti - ha ricordato Borrelli ed il Presidente dell'associazione animalista Amiche di Lù Aldoina Filangieri - abbandonati in sacchi di plastica neri. "Non lo accettiamo, non ci pieghiamo all'arroganza della criminalità che continua indisturbata questa vergognosa mattanza. Per questo abbiamo deciso di realizzare nei prossimi giorni un evento pubblico proprio sull' alveo di Marigliano in collaborazione con l' associazione territoriale Oxigeno di Saverio Lo Sapio per presidiarlo e obbligare lo Stato ad intervenire contro questa strage continua di innocenti da parte della criminalità sanguinaria e senza freni e pudore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova strage di cani a Marigliano. "Scenario raccapricciante"

NapoliToday è in caricamento