Marzo Donna Napoli, la presentazione con de Magistris

Il programma annunciato nella sala Giunta. Oltre 50 le iniziative provenienti 'dal basso' selezionate con un apposito bando. Si comincia con un incontro sull'autodifesa femminile

Il sindaco Luigi de Magistris
Un roseto in piazza del Municipio, caratterizzerà la prima delle iniziative del 'Marzodonna'. Il programma è stato presentato questa mattina nella sala Giunta dal sindaco Luigi de Magistris e dalle 4 assessori donna della sua Amministrazione. Nelle due settimane dedicate alla 'donna' ci saranno iniziative che valorizzano lo slogan: 'Marzodonnaduemiladodici, le donne... per la rinascita di Napoli'.
 
Un programma realizzato con la collaborazione delle donne di tutte le età e condizioni sociali, dalle giovanissime alle anziane ha spiegato l'assessore alle Pari Opportunità Pina Tommaselli, "rappresentando una risposta forte, partecipata, corale, che testimonia il 'peso' delle donne nei destini della città".
 
Oltre 50 le iniziative provenienti 'dal basso' che sono state selezionate con un apposito bando. Si passa dai campi della solidarietà, del lavoro - da quello subordinato alle libere professioni, all'artigianato ed agli antichi mestieri -, della tutela dalla violenza di genere e dalla distorta comunicazione dell'immagine femminile, del dialogo interculturale ed interetnico, della salvaguardia della salute, dei saperi delle donne: arte ed arti espressive, fotografia, storia, letteratura & poesia, scienze, sport, percorsi turistici al femminile, musica.
 
In anteprima, il 7 marzo si partirà con un incontro sull'autodifesa femminile destinato alle giovani alunne delle scuole superiori delle dieci Municipalità, 'Donne al sicuro'. E 'Per non dimenticare' le innumerevoli donne maltrattate, stuprate, persino uccise, di cui si è persa memoria nel fiume eterno della storia.
 
"Le donne napoletane sono storicamente protagoniste della vita della città e dei suoi successi - ha detto de Magistris - basti pensare alle 4 giornate di Napoli con l'inizio della ribellione delle donne, al '68 con il movimento femminile molto attivo e nel mio piccolo posso sottolineare che il successo elettorale è nato con un forte apporto femminile". Il primo cittadino ha sottolineato di non valutare le cose con le 'quote rosa', ma con l'apporto professionale e di abnegazione che le donne sanno offrire.
 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Il virologo su RaiTre: "Vi spiego perché il Covid ha 'perdonato' i festeggiamenti per la Coppa Italia a Napoli"

  • Musica napoletana in lutto, si è spento Luciano Rondinella

  • Malore nel centro commerciale, muore il padre del cantante Gianni Fiorellino

Torna su
NapoliToday è in caricamento