Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martina (Pd) allo Sprar di Mugnano: "Qui modello vincente di accoglienza"

 

"Dobbiamo investire sull'accoglienza condivisa, eliminare la Bossi-Fini e il decreto Salvini, che nei prossimi due anni produrrà 100mila immigrati irregolari in più". Maurizio Martina, segretario uscente del Pd e candidato a guidarlo nuovamente, ha fatto visita allo Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugio) del Comune di Mugnano. 

"Qui c'è un modello vincente di accoglienza - ha proseguito l'ex ministro - mentre chi c'è al Governo oggi genera solo maggiore insicurezza. Dalla mia esperienza posso dire che l'unica cosa che aumenta la sicurezza è l'integrazione". A Mugnano, in modalità Sprar, vivono 50 migranti. Sono divisi per nazionalità e sesso e le famiglie hanno possibilità di vivere insieme in piccoli monolocali. Gli fa eco Matteo Richetti, che appoggerà Martina alle primarie del Pd: "Dobbiamo scegliere tra un Paese che accoglie e integra nel rispetto delle regole e un altro che a colpi di slogan accresce il disagio". 

Se i Cas si sono rivelati sei 'parcheggi' di migranti, lasciati intere giornate senza far nulla e senza alcun progetto, l'idea dello Sprar è quella di lavorare su piccoli numeri e sull'integrazione nel tessuto sociale. A Napoli, però, anche il Governo a trazione Pd, ha privilegiato i Cas, creando situazioni critiche come al Vasto: "Dobbiamo fare sicuramente di più - ha ammesso Martina - l'investimento da fare è sugli Sprar". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento