rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Un infarto lo stronca prima del processo: muore Mario Potenza

Imputato nell'inchiesta sul riciclaggio nella ristorazione. L'83enne era ai domiciliari dalla scorsa primavera quando furono rinvenuti dagli agenti della Dia circa 10 milioni di euro

Mario Potenza, 83 anni, pluripregiudicato del Pallonetto di Santa Lucia, è stato stroncato ieri da un infarto. L'uomo era sottoposto ai domiciliari dal 2 maggio 2011, quando furono rinvenuti dagli agenti della Dia circa 10 milioni di euro, la maggior parte in banconote, tra le intercapedini ricavate nelle pareti della sua abitazione.

Considerato uno dei più grossi usurai della città, l'uomo era in attesa di essere processato insieme ad altre 17 persone, tra cui l'ex capo della Squadra Mobile di Napoli (che deve rispondere di favoreggiamento), per riciclaggio di soldi sporchi. Il blitz fu consentito dalle dichiarazioni rese dall'ex boss di Miano Salvatore Lo Russo, ora collaboratore di giustizia, che svelò l'organizzazione messa in piedi da Potenza e dai suoi figli, con il coinvolgimento anche dei tre fratelli Iorio, titolari di diversi locali del lungomare partenopeo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un infarto lo stronca prima del processo: muore Mario Potenza

NapoliToday è in caricamento