menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mario Merola

Mario Merola

Mario Merola, da cinque anni senza una tomba. L'appello della figlia

Il re della sceneggiata, scomparso nel novembre del 2006, è nella cappella di Gigi D'Alessio. "Tante le promesse fatte dalle istituzioni del tempo, da una strada ad un monumento. Ma tutto è stato dimenticato"

Era il novembre del 2006, cinque anni fa, quando il re della sceneggiata e voce napoletana per eccellenza si spegneva. Eppure Mario Merola non ha ancora una tomba. La salma è infatti ospitata nella cappella di Gigi D’Alessio, grande amico della famiglia Merola.

Oggi la figlia dell'artista scomparso, Loredana, è intervenuta ai microfoni di Radio Marte: "Tante le promesse fatte dalle istituzioni del tempo - ha ricordato - da una strada ad un monumento. E invece tutto è stato dimenticato e la salma di mio padre è ancora nella cappella D’Alessio".

Da qui, un appello al sindaco de Magistris affinché realizzi il tanto desiderato monumento cimiteriale. Non è mancato poi un ringraziamento ai cittadini del quartiere Case Nuove che spontaneamente hanno eretto a Merola una lapide celebrativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento