Sette piantagioni di marijuana scoperte sui Monti Lattari

Nella “Vena di Vincenzino” sono state trovate piante alte anche più di un metro

Continuano i controlli a largo raggio disposti dal Comando Provinciale di Napoli. A setaccio il territorio di Castellammare di Stabia e zone limitrofe. I carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, con il supporto dell’elicottero del 7° Elinucleo di Pontecagnano (Sa), hanno rinvenuto in località “Vena di Vincenzino” 300 piante di cannabis indica alte tra 80 e 120 centimentri, suddivise in sette diverse aree di coltivazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari, dopo aver fatto una campionatura, hanno provveduto a distruggerle sul posto. Ad Angri, invece, in località Chianiello, i carabinieri hanno rinvenuto in un’unica area di coltivazione altre 100 piante di cannabis indica, alte ben 2 metri. Anche in questo caso, le piante sono state distrutte previa campionatura. Le indagini sono ora finalizzate all’individuazione dei coltivatori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento