rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Marigliano, bomba carta esplode in un palazzo

Ancora ignoti gli autori. Alla base del gesto forse una lite tra i proprietari dello stabile e alcune persone della zona in merito a un parcheggio antistante il palazzo. Gli inquirenti indagano

Risulta ancora un vero giallo la vicenda che vede come protagonista il Palazzo del Sole, in località Lausdomini a Marigliano. Ignoti infatti hanno fatto esplodere nell'androne del palazzo una bomba carta. Un attentato con un messaggio il cui destinatario appare ancora poco chiaro.

Fatto sta che secondo gli inquirenti, l'attentato dinamitardo potrebbe essere inquadrato come un gesto compiuto esclusivamente per vendetta. L'ipotesi al momento più plausibile va infatti a collegarsi a una lite avvenuta qualche giorno fa. Protagonisti i proprietari dello stabile e alcune persone della zona. Nel dettaglio: quest'ultimi avrebbero utilizzato il piazzale del palazzo - ove c'è anche un distributore di benzina - come parcheggio senza alcun tipo di autorizzazione.

Ad avvalorare la tesi ci si mette anche un altro dettaglio: al piano terra dello stabile non ci sono attività commerciali alle quali poteva magari essere diretta la bomba. L'unico bar che occupava i locali sottostanti, tra l'altro, qualche mese fa si è trasferito di fronte. Per gli inquirenti, dunque, la lite potrebbe essere la causa scatenate dell'attentato.

Lo scoppio dell'ordigno ha intanto provocato alcuni danni all'ingresso della struttura, facendo saltare parte dell'intonaco, oltre alla deflagrazione che ha messo in allarme chi in quel momento era in casa.

Sull'episodio indagano attualmente i carabinieri di Marigliano, al comando del maresciallo Raffaele Di Donato, subito giunti sul luogo appena è scattato l'allarme. In tempi record sono state poi ascoltate alcuni residenti dello stabile - da molti definito come luogo da sempre tranquillo - dato che il gesto ha fatto subito pensare a un progetto di punizione collettiva.

Alle forze dell'ordine, dunque, il compito di risalire agli esecutori e ai mandanti dell'attentato anche se il clima di omertà regna sovrano. Ma c'è anche qualcuno che ha tentato di mettere a fuoco le immagini precedenti all'esplosione affermando che, nei pressi dello stabile, c'erano due ragazzi in moto poi scappati velocemente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marigliano, bomba carta esplode in un palazzo

NapoliToday è in caricamento