Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mareggiata via Partenope, i ristoratori: "Questo è il colpo di grazia"

E' ancora impossibile calcolare i danni del maltempo sul lungomare di Napoli. Gli imprenditori: "E' tutto distrutto. Per rialzarci abbiamo bisogno dell'aiuto delle istituzioni".

 

Non bastavano il Covid, i lockdown, le zone rosse, le ordinanze regionali. I ristoratori del Lungomare di Napoli si sono trovati ad affrontare anche una maraggiata che nella notte tra il 28 e il 29 dicembre ha invaso la carreggiata di via Partenope e ha devastato i gazebo dei locali, arrivando a danneggiare anche gli impianti interni.

La strada che fincheggia il Castel dell'Ovo e i grandi alberghi napoletani sembra un campo di battaglia cosparso di macerie. "Un evento imprevedibile - commenta Antonio Di Paolo di Acquolina - E' un colpo psicologico devastante per noi che abbiamo già affrontato mille difficoltà". Gli fa eco Salvatore Maresca di Muu Muuzzarella: "E' ancora impossibile quantificare i danni, non solo ai locali, ma anche alle provviste conservati nei congelatori". 

Gli imprenditori ora attendono un intervento del Comune: "Ci aspettiamo un aiuto per ricostruire i dehoors - spiega Fine Carotenuto di Mammina - perché già prima di questo evento erano delle capanne. Vogliamo costruire qualcosa di più stabile e sicuro. E credo che ci vorrà anche una riflessione sulla realizzazione di una barriera a largo del golfo perché con i cambiamenti climatici questi eventi saranno sempre più frequenti". 

LA DIRETTA DI NAPOLITODAY DA VIA PARTENOPE (di M. Romano)

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento