Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Da Bagnoli a Castel dell'Ovo è estate: via ai tuffi

Il weekend all'insegna del bel tempo ha fatto prendere d'assalto gli stabilimenti balneari in città ed in provincia. Ultimi rilievi Arpac: il mare di Napoli ora è più pulito

Fine settimana al mare © Tm NewsInfophoto

Una vera e propria sorpresa: il mare di Napoli è più pulito. In alcuni punti è addirittura eccellente. A dirlo, i recenti dati pubblicati dalla Regione Campania, su rilievi Arpac.

Chiariamo: su 469 chilometri di coste campane ben 217, tra interdizioni e inquinamento, risultano non balneabili. Ma poteva andare peggio. La fotografia è stata scattata sulla base dei controlli eseguiti da Arpac dal primo aprile al 30 settembre delle ultime quattro stagioni balneari (2008-2009-2010-2011) e pubblicata sul bollettino regionale. Le acque di balneazione sono classificate secondo le classi di qualità previste dalla norma: scarsa, sufficiente, buona, eccellente E ora la conferma che tutto il tratto compreso tra Tricarico-Bagnoli correndo a sud sino a Castel dell'Ovo viene classificato con «eccellente», il massimo punteggio previsto. Tranne, dicevamo prima, il tratto di piazza Nazario Sauro che arriva al giudizio di buono. Idem per la costa nord della provincia: Bacoli (tranne Colonia Vescovile e Lido Fusaro bollate come non balneabili), Pozzuoli (tranne il rione Terra, Cuma, tra Lido Circ e e Mon Soleil e tra Lido Sorriso e Lido Capri), Monte di Procida si beccano il massimo del punteggio. Così l'isola di Capri mentre Ischia si becca un piccolo neo, ma comunque la classificazione è buona, nel prelievo all'altezza del Pio Monte della Misericordia a Casamicciola.

La costa a sud del capoluogo invece, si legge sul Mattino, sta messa male: colleziona solo classificazioni di non balneabilità. Da Portici a Castellammare, passando per Torre Annunziata e Torre del Greco, il mare è off limits per un tuffo. Solo la spiaggia La Scala della cittadina corallina si becca un giudizio di sufficienza. Caso a parte, invece, la costiera sorrentina (da Sorrento a Massa Lubrense) dove i prelievi danno, quasi sempre, il massimo punteggio sulle acque.


TUTTI AL MARE NEL FINE SETTIMANA APPENA TRASCORSO - Un weekend all’insegna del bel tempo che ha fatto prendere d’assalto gli stabilimenti balneari in città ed in provincia. "Quasi tutti gli stabilimenti balneari in città hanno funzionato a pieno ritmo - ha spiegato Mario Morra, presidente regionale del Sib, il sindacato di categoria aderente a Confcommercio e gestore del Bagno Elena a Posillipo - Da noi sono arrivate circa trecento persone: la nostra clientela «storica» ma anche tanti ragazzi e giovani coppie con bambini. Per molti venire a Posillipo per un tuffo, sia prima dell’inizio ufficiale della stagione estiva che in piena estate è quasi un’abitudine, un appuntamento con gli amici a cui non si può mancare". E occorre anche fare i conti. Nella zona flegrea, ad esempio, vige la formula del pacchetto promozionale per famiglie e comitive per cui i prezzi sono contenuti e comprensivi di parcheggio e spogliatoi. Rispetto allo scorso anno, comunque,  potrebbe esserci un ritocco del 5% circa sui prezzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Bagnoli a Castel dell'Ovo è estate: via ai tuffi

NapoliToday è in caricamento