Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mare di Bagnoli, a che punto è la bonifica? Se ne discute all'Istituto Rossini (VIDEO)

 

A che punto è la bonifica dei fondali di Bagnoli? Quando si potrà tornare sulle spiagge flegree per un tuffo? Se lo chiede tutta la città e se ne è discusso oggi nell'Istituto Alberghiero Rossini, tra Agnano, Bagnoli e Fuorigrotta. Un confronto tra istituzioni, enti preposti alla bonifica, cittadini e studenti dell'area flegrea che è servito a fare chiarezza sui tempi. "Abbiamo già operato a terra in modo sostanziale", spiega il Program Manager di Invitalia Livio Vido. "Dobbiamo rimuovere ancora eternit ma è un lavoro che contiamo di portare a termine a stretto giro. Con la stazione zoologica Anton Dohrn prosegue la collaborazione: in questo momento loro effettuano diversi carotaggi per analizzare i sedimenti dei fondali. In un paio d'anni dovremmo aver completato la bonifica, sperando che ognuno faccia la propria parte".
Presente all'incontro anche il Presidente dell'Autorità portuale di Napoli, l'ingegnere Pietro Spirito: "Noi attendiamo che, una volta terminati i rilievi dell'Anton Dohrn, si proceda allo studio della colmata che il porto di Napoli dovrà ospitare. Lavoriamo tutti insieme per Bagnoli, un'area che sta a cuore a tutti i napoletani". La dirigente scolastica del Rossini, Giuliana D'Avino, spiega: "I nostri studenti hanno diciotto anni, e per loro Napoli è una città senza mare: non riescono neanche a concepire una metropoli sul mare dove sia possibile, nel pomeriggio, fare un tuffo. Eppure è così in tutta Europa, non vedo perché qui da noi il mare non possa essere vissuto allo stesso modo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento