rotate-mobile
Il caso

Meloni, La Russa e Piantedosi a testa in giù: manifesti shock a Napoli per il 25 aprile

Affissi nella notte dagli attivisti dell'ex Opg occupato

Gli attivisti del collettivo napoletano 'Je so' pazzo-ex Opg', prima di andare in corteo per la citta' in occasione della Festa della Liberazione, questa notte hanno affisso manifesti con le foto capovolte del presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, del presidente del Senato, Ignazio La Russa, del ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, e del ministro dell'Istruzione, Giuseppe Valditara. Sotto la corona che decora la targa con i nomi dei caduti delle Quattro Giornate di Napoli, davanti ai cancelli della scuola Rossini e in altri punti della citta', i punti scelti per le affissioni poi rivendicate via social: "Napoli ripudia questo governo, il governo dell'odio, e lo ribadiamo a gran voce in occasione del 25 Aprile, giornata in cui ricordiamo il sacrificio dei partigiani, di centinaia di migliaia di donne e uomini che si organizzano, coraggiosamente, per liberare questo Paese dal nazifascismo".

La Digos di Napoli, coordinata dal primo dirigente Antonio Bocelli, ha avviato indagini per individuare i responsabili dell'affissione dei manifesti trovati in città. La Polizia di Stato ha già acquisito i video registrati dai sistemi di videosorveglianza delle zone in cui sono state affisse le immagini, nei pressi dei monumenti che ricordano i martiri delle Quattro Giornate che portarono i napoletani a ribellarsi al nazifascismo tra il 27 ed il 30 settembre 1943

Le reazioni 

"Ecco cosa succede quando il clima politico viene incendiato volutamente, quando la sinistra non fa che dare una rappresentazione distorta della realta', assegnando patenti di indegnita' e speculando su un inesistente e assurdo pericolo di ritorno al fascismo e di deriva antidemocratica. Hanno voluto appropriarsi di una festa che dovrebbe essere di tutti gli italiani, hanno diviso invece che unire, e il gravissimo episodio di Napoli, con manifesti della premier Meloni, del presidente del Senato La Russa e dei ministri Piantedosi e Valditara a testa in giù, è la dimostrazione di quanto la politica dovrebbe aver maggior misura e rispetto degli avversari, per non armare la mano di utili idioti". Così, la presidente dei senatori FI, Licia Ronzulli. "A nome del gruppo di Forza Italia al Senato, esprimo la massima solidarietà alla Meloni, a La Russa, Piantedosi e Valditara, auspicando che i responsabili di questo gravissimo atto di intimidazione vengano identificati e puniti", conclude. 

"Massima solidarietà al presidente Giorgia Meloni, al presidente del Senato La Russa, e ai ministri Piantedosi e Valditara per le vili minacce ricevute a Napoli dagli attivisti dei centri sociali, che rappresentano un attacco alle istituzioni e, quindi, alla democrazia". Lo ha dichiarato il presidente della commissione Cultura della Camera e deputato di Fratelli d'Italia Federico Mollicone. "Quelli che si proclamano antifascisti a parole - aggiunge -, non perdono occasione, nemmeno in una giornata come questa di oggi che dovrebbe essere di pacificazione nazionale, per promuovere la violenza e l'intolleranza in barba a quei valori di libertà che tanto dicono di volere difendere. Alle provocazioni rispondiamo con l'impegno per i cittadini, quello che da sempre contraddistingue la grande squadra di FdI e del centrodestra".

'Quello che è accaduto a Napoli, dove sono stati affissi dei manifesti con le foto capovolte di alcuni esponenti del governo, è un atto ignobile che deve essere condannato da tutta la classe politica e da tutte le organizzazioni sindacali in maniera trasversale. Da appartenenti alle Forze dell'Ordine non possiamo che esprimere solidarietà al presidente del Consiglio Giorgia Meloni, al presidente del Senato Ignazio La Russa, al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi e al ministro dell'Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, condannando questo gesto disgustoso e dal sapore fascista, compiuto proprio in occasione del 25 aprile''. Così dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni, La Russa e Piantedosi a testa in giù: manifesti shock a Napoli per il 25 aprile

NapoliToday è in caricamento