rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Cgil e Uil in piazza a Napoli: migliaia i partecipanti al corteo, centro città paralizzato

Presente anche Landini, con 70 bus che hanno portato manifestanti dalle varie province della regione. Viabilità in forte sofferenza, soprattutto nei pressi di piazza Garibaldi

Giornata di manifestazione a Napoli, con Cgil e Uil scesi in piazza con lo slogan "Adesso Basta". Lo sciopero odierno è l'ultimo della serie proclamata dalle due sigle sindacali, dopo quello del centro (17 novembre), quello in Sicilia (20 novembre), nel Nord (24) e in Sardegna (27), tocca infatti oggi a Campania, Puglia, Basilicata e Calabria, con manifestazioni oltre che a Napoli anche a Bari, Catanzaro, Cosenza, Potenza e Reggio Calabria.

Il corteo partenopeo è partito alla spicciolata dalle 9.30 da piazza Mancini per raggiungere via corso Umberto piazza Matteotti. Un lungo serpente che si è snodato per le strade del centro città impattando particolarmente sul traffico, rendendo ancora più caotica la mobilità nella zona. In particolare sofferenza soprattutto il transito di veicoli nella zona di piazza Garibaldi.

Alla testa del corteo anche il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, con alle spalle numerose bandiere e partecipanti: sono addirittura 70 i bus che sono partiti dalle province della regione per trasportare manifestanti.

Manifestazione Cgil e Uil (foto M.Romano-NT)

Landini: "Il governo colpisce di nuovo i più poveri"

"Siamo qui - sono state le parole di Landini - perché si continua a tagliare la Sanità, perché tagliano il Reddito di Cittadinanza, tagliano le pensioni, perché non vogliono discutere di salario minimo e perché continuano a morire tre persone al giorno sul lavoro. Sono 300mila i giovani che se ne sono andati dal Mezzogiorno per mancanza di opportunità. Gli investimenti devono essere dirottati al Sud. Con questa manovra, ancora una volta, il governo colpisce chi non arriva a fine mese, chi non ha i soldi per curarsi e chi con il proprio lavoro tiene in piedi il Paese". Queste le accuse fatte al governo da parte del leader della Cgil: "Non c'è una lotta seria all'evasione, manca il confronto con le parti sociali. La maggioranza del Paese non è d'accordo con quello che sta facendo il governo. Salvini non dovrebbe preoccuparsi dei disagi che causa una sciopero, dovrebbe occuparsi delle cause che portano i lavoratori a scioperare. Qui si parla di introdurre di nuovo le gabbie salariali: una follia. A gennaio non aumenteranno i salari, ma aumenteranno le bollette".   

Il corteo si è concluso in piazza Matteotti, dove è stato allestito un palco che ospiterà diversi interventi di rappresentanti dei diversi settori produttivi.

Sciopero personale Gruppo Fs

Giornata, anche questa, potenzialmente complessa per chi si sposta tra Napoli e provincia sui treni. Dalle 21 di ieri è infatti in corso lo sciopero del personale del Gruppo Fs, che durerà fino alle 21 di oggi 1 dicembre con possibili ripercussioni sulla circolazione ferroviaria. Sono state le sigle sindacali CAT, Cub Trasporti, SGB e USB Lavoro Privato a proclamare uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Fs Italiane.

Sono possibili ripercussioni su Frecce, Intercity e Regionali, nonché sulla Linea 2 della Metropolitana di Napoli. Gli effetti sulla circolazione, in termini di cancellazioni, limitazioni e ritardi, potranno verificarsi anche prima e protrarsi oltre l’orario di termine dello sciopero. 

"Trenitalia - fa sapere il Gruppo Fs con una nota - invita tutti i passeggeri a informarsi sui collegamenti e i servizi attivi, prima di intraprendere il viaggio, attraverso l’app Trenitalia, la sezione Infomobilità del sito web trenitalia.com, i canali social e web, il numero verde gratuito 800 89 20 21, oltre che nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, le self-service e le agenzie di viaggio convenzionate".

Nella giornata di ieri le segreterie nazionali delle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa Trasporti avevano già proclamato uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Fs Italiane dalle ore 9 alle ore 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil e Uil in piazza a Napoli: migliaia i partecipanti al corteo, centro città paralizzato

NapoliToday è in caricamento