rotate-mobile
Cronaca

Nuova protesta dei "No green pass": in 200 davanti alla Regione. Fischi al Gambrinus

Ancora bassi i numeri della protesta contro la carta verde. Cori contro De Luca e Draghi

Agosto non è mai stato il mese delle mobilitazioni. Lo stanno capendo, sulla loro pelle, anche gli irriducibili dei "No green pass" che a due giorni dal flop del 5 agosto sono tornati in piazza. Stavolta la presenza in piazza è leggermente più nutrita. In circa 200 si sono dati appuntamento alle 18.30 in piazza Dante, e sono partiti sfilando per le strade del centro di Napoli. 

Il corteo è giunto fino a Palazzo Santa Lucia, dove i manifestanti hanno intonato cori contro il presidente della Regione Vincenzo De Luca e il premier Mario Draghi. Il movimento spontaneo "No green pass" che a Napoli conta molte meno adesioni rispetto ad altre città italiane si batte contro l'istituzione della carta verde, ritendolo un elemnto di discriminazione sociale. Tra le sua fila, però, è possibile trovare molti no-vax e  persone che non credono all'esistenza di una vera pandemia.  

All'arrivo in zona Plebiscito è anche partito un coro "Gambrinus razzista" e una salva di fischi prolungati per lo storico bar napoletano, ai loro occhi "reo" di osservare le prescrizioni. Ne è nato qualche scambio di battute tra i manifestanti e dei clienti seduti, poi l'arrivo a Palazzo Santa Lucia urlando slogan come "Libertà, libertà" e " Noi ci siamo e non ci vacciniamo".

Manifestazioni simili, sempre non autorizzate ma più partecipate, si sono tenute anche a Milano, Genova e Firenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova protesta dei "No green pass": in 200 davanti alla Regione. Fischi al Gambrinus

NapoliToday è in caricamento