No green pass davanti alla Regione: "De Luca è un codardo"

Nuova manifestazione del movimento contro il certificato obbligatorio sui luoghi di lavoro e per i minorenni. Un centinaio di persone ha chiesto un incontro con il Governatore, ma ha ottenuto solo una promessa di confronto con l'assessore all'Istruzione Fortini

Si sono dati appuntamento davanti alla sede della Giunta regionale del Centro direzionale. I No green pass voleva intercettare il governatore Vincenzo De Luca durante l'incontro con i dirigenti scolastici. Un appuntamento, si immagina, pesantemente condizionato dalle disposizione anti-Covid in tema di scuola. E è proprio la contrarietà all'obbligo del pass per chi lavora, come gli insegnanti, uno dei temi posti dal movimento. 

Una delegazione ha chiesto formalmente un incontro con De Luca. La digos ha mediato con le autorità regionali per poi comunicare ai manifestanti, meno di un centinaio, che il presidente della Giunta non li avrebbe ricevuti, ma avrebbero potuto confrontarsi con l'assessore all'Istruzione Lucia Fortini. 

In reazione a ciò, i No green pass hanno intonato cori contro il governatore, appellato come "guitto" e "nazista". A capeggiare la delegazione è stato il biologo Giovanni Moscarella, che il partito politico Movimento 3 V ha indicato negli scorsi mesi come candidato sindaco di Napoli. "Se De Luca non ci riceve - ha affermato il biologo - vuol dire che ha avuto paura. Noi rappresentiamo parte della comunità che lui rappresenta e deve ascoltarci. Ci mette contro i nostri figli, citando studi americani che attesterebbero la necessità di vaccinare i minori. Ma quegli studi dicono tutt'altro. Se questo virus fosse mortale, allora dopo tutti questi assembramenti dovremmo essere tutti morti. Questo virus non è mortale. Chi è morto è morto perché curato male. Noi non siamo no-vax, non abbiamo mai proibito a nessuno di vaccinarsi. Vogliamo la libertà di scelta perché riteniamo che i vaccini non servano a nulla". 

Non sono mancate diversità di vedute anche all'interno dei No green pass. Non tutti, per esempio, hanno apprezzato i cori contro De Luca, ritenendoli controproducenti per la causa. Altri, invece, non hanno condiviso la strategia attendista e di dialogo scelta dai portavoce della manifestazione. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

No green pass davanti alla Regione: "De Luca è un codardo"

NapoliToday è in caricamento