menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta (Foto Viviana Graniero)

La protesta (Foto Viviana Graniero)

Commercianti in strada tra fischi e cartelli: negozi chiusi, traffico in tilt

No al piano traffico del Comune: i negozianti denunciano un sensibile calo degli affari perché, a loro dire, gli acquirenti non possono più raggiungere con le auto alcune aree della città a causa della Ztl

Sono partiti da piazza Sannazzaro e da piazza Carità i cortei promossi nell'ambito delle iniziative della Confcommercio che ha organizzato una serrata, cominciata stamani, per protestare contro le misure adottate dall'amministrazione comunale in particolare per quanto riguarda la Ztl. I manifestanti dovrebbero ricongiungersi dinanzi Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, in piazza Municipio, dove stanno già protestando i disoccupati dei Bros.

I commercianti protestano con slogan, cartelli e fischi contro il piano traffico del Comune, denunciano un sensibile calo degli affari perché - a loro dire - gli acquirenti non possono più raggiungere con le auto alcune aree della città. Poco fa uno dei manifestanti ha fatto esplodere un petardo.

ESPLODONO PETARDI E BOMBE CARTE - I COMMERCIANTI AI POLIZIOTTI: "SIAMO ALLA FAME" - SUL LUNGOMARE CONTRO IL SINDACO: "qUESTA COPPA NON LA FAI" - CAOS IN VIA ERCOLEO - CONFCOMMERCIO: "CI DISSOCIAMO DAI GESTI VIOLENTI" - MARINELLA: "LA CITTA' NON PUO' MORIRE" - SCARSA L'ADESIONE AL VOMERO - DE MAGISTRIS: "RAMMARICATO PER TANTA VIOLENZA" - IL VIDEO DEGLI SCONTRI

Le delibere del sindaco sono solo un pannicello caldo": così il presidente della Confcommercio di Napoli, Pietro Russo, alla testa del corteo che è partito pochi minuti fa da piazza Carità in direzione di piazza Municipio, a Napoli. I commercianti protestano contro la chiusura al traffico veicolare di alcune strade. Secca, dunque, la bocciatura alle azioni dell'amministrazione comunale per apportare correttivi al piano mobilità e alle ztl cittadine. Confcommercio, per quanto riguarda la 'Ztl del Mare', propone la riapertura di via Caracciolo perché, ha spiegato il presidente Russo, "non si può chiudere un'arteria principale in questo momento in una città che non offre le infrastrutture necessarie per supportare una zona a traffico limitato". Sulle ztl "stagionali" Russo ha detto che sono "una proposta su cui poter ragionare".


Ha poi sottolineato che "la crisi pur non essendo figlia delle Ztl, è stata aggravata da un piano mobilità che l'ha ulteriormente soffocata". Per il presidente Confcommercio, infine, il sindaco De Magistris si è "chiuso" nel Palazzo senza dare seguito alle promesse di "democrazia partecipata".

PRESENTI ANCHE GLI ULTRAS DEL NAPOLI - Al corteo di Confcommercio contro la chiusura al traffico di alcune strade cittadine si cono aggregati esponenti di gruppi Ultras del Napoli. Davanti al portone di Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, si sono schierati agenti delle forze dell'ordine in tenuta antisommossa.

Nel corso del corteo sono stati fatti esplodere anche tre mortaretti, uno dei quali in un cassonetto dell'immondizia. In piazza Municipio, sventolano bandiere bianche della Confcommercio e qualche bandiera del Centro commerciale Borgo Vergini. La folla urla cori e scandisce slogan contro il sindaco De Magistris. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Attualità

Apre l'hub vaccinale di Capodichino. De Luca: "Il più attrezzato d'Italia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento