Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Chiaia / Corso Vittorio Emanuele

Strage di migranti a Pylos, manifestazione al consolato greco di Napoli

È stata indetta per domani da Antirazzist* di Napoli

L'appuntamento è alla Cumana di corso Vittorio Emanuele domani, martedì 20 giugno, alle ore 18. A Napoli si manifesta sulla terribile tragedia di Pylos, in Grecia, che ha visto morire circa 500 migranti di cui 100 bambini in seguito al naufragio di un'imbarcazione non soccorsa dalle autorità greche (le quali invece sostengono la barca abbia rifiutato il loro aiuto perché diretta in Italia). La manifestazione si dirigerà infatti verso il consolato greco poco distante per denunciare quanto accaduto.

Questo il comunicato di Antirazzist* di Napoli: "Circa 700 i naufraghi, almeno 500 i morti e dispersi, tra cui un centinaio di bambini di cui al momento non conosciamo neanche i nomi, sepolti in fondo al mare dopo essere affogati nella stiva claustrofobica di un barcone di neanche trenta metri. Tutto mentre a due ore di percorrenza le navi della guardia costiera greca che potevano facilmente salvarli per un giorno intero non sono intervenute. A Pylos pochi giorni fa, per una delle stragi più grandi di cui si ha memoria nel Mediterraneo, a Cutro pochi mesi fa quando il rifiuto di soccorso venne dal governo italiano. Perciò ci rifiutiamo di chiamarle "stragi del mare" come fa chi cerca di scaricare le sue responsabilità e colpevolizzare vigliaccamente le vittime. Sono "stragi di Stato", di quei governi come quello greco, italiano, maltese che ormai scelgono consapevolmente di lasciare affogare centinaia di persone, come tutta Europa che rifiuta di riconoscere canali umanitari sicuri a chi scappa dalla povertà estrema, dalle guerre, dal disastro climatico, dai lager che noi stessi finanziamo in Libia".

"Sono Crimini di Stato - proseguono gli organizzatori della manifestazione - di quei governi che consapevolmente fanno la guerra alle Ong per togliere dal mare testimoni scomodi...Noi però non possiamo abituarci all'infamia, all'assassinio, quei corpi che in Europa sono numeri incerti, statistiche della morte, altrove sono volti, storie, legami, ferite irreparabili che chiedono verità e giustizia. Giustizia, l'unica cosa che può provare a colmare quell'enorme fossa comune in cui abbiamo trasformato il Mediterraneo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di migranti a Pylos, manifestazione al consolato greco di Napoli
NapoliToday è in caricamento