Cronaca San Ferdinando / Via Santa Lucia

Insegnanti, la protesta si sposta davanti alla Regione: "De Luca deve intervenire"

Sit-in dei docenti che, per effetto della mobilità della legge Buona Scuola, dovranno trasferirsi al Nord. Con loro anche i figli. "Al presidente della Regione chiediamo un decreto urgente"

La sede della Giunta Regionale

I docenti napoletani, dopo la manifestazione dei giorni scorsi in piazza del Plebiscito in cui chiedevano una revisione della mobilità (secondo i sindacati in 2mila saranno "deportati" al Nord per poter lavorare), stamattina hanno dato vita ad un sit-in davanti al palazzo della Regione.

I prof chiedono “trasparenza” da parte del Miur, e denunciano quelle che secondo loro sono le numerose contraddizioni verificatesi nel sistema di assegnazione delle sedi.

DOCENTI IN PIAZZA PLEBISCITO - VIDEO

La denuncia degli insegnanti è che molti di loro, con figli e famiglie, non potranno sostenere i trasferimenti previsti dalla legge "Buona scuola". La richiesta è che il presidente della Campania Vincenzo De Luca possa intervenire con un decreto d'emergenza che fermi i trasferimenti.

Molte docenti hanno portato anche i loro bambini al sit-in, con due nastri di diverso colore. Rosso per "la passione per il nostro lavoro", nero per "il danno arrecato dai trasferimenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegnanti, la protesta si sposta davanti alla Regione: "De Luca deve intervenire"

NapoliToday è in caricamento