Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca San Ferdinando / Via San Carlo, 15

Operai del Consorzio di Bacino sulle impalcature in Galleria Umberto I

"Condizioni contrattuali disumane, stipendi bassi, orari notturni prolungati e stipendi arretrati". Esposta la bandiera S.i. Cobas sulla sommità dell'impalcatura

(foto Si Cobas)

Questa mattina alcuni operai del Consorzio Unico di Bacino sono saliti sulle impalcature posizionate all'interno della Galleria Umberto. Dopo aver esposto gli striscioni "Diritto allo sciopero", "No voto - potere operaio" e la bandiera della sigla S.i. Cobas, gli operai si sono fermati sulla sommità dell'impalcatura.

"Denunciamo ancora una volta gli abusi che subiscono i lavoratori del Consorzio Unico di Bacino da parte di Regione Campania, Città metropolitana, ASIA Napoli, Sapna, Comuni, che fanno ancora affari sui rifiuti con la complicità dei sindacati", si legge sulla pagina S.i. Cobas.

Gli operai lamentano condizioni contrattuali definite "disumane", con orari prolungati e troppe notti consecutive. "Ci sono stipendi arretrati, contributi non versati, non c'è alcuna stabilità". 

IMG_20191121_085544 (1)-2

Il comunicato 

La nota Si Cobas: "Per mettere fine a tutto ciò noi non faremo nessun passo indietro fino a quando questi personaggi (Regione Campania, Città Metropolitana, Asia Napoli, Sapna, Comune di Napoli, Comuni e Commissario Liquidatore del Consorzio Unico Napoli e Caserta) non si siederanno TUTTI INSIEME ad un tavolo di trattativa per mettere a verbale con gli scriventi ogni posizione e intenzione facendo chiarezza su tutto ciò che è accaduto". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai del Consorzio di Bacino sulle impalcature in Galleria Umberto I

NapoliToday è in caricamento