menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maniestazione "assedio alla regione", febbraio 2012

Maniestazione "assedio alla regione", febbraio 2012

Corteo da Piazza Matteotti contro il Piano regionale dei rifiuti

Concentramento domani, 25 maggio 2012, alle ore 15. Si manifesterà contro la decisione di costruire nuove discariche e nuovi inceneritori. I Promotori "Non permetteremo che il territorio venga devastato"

Prevista per domani, venerdì 25 maggio 2012, una manifestazione contro il Piano regionale dei rifiuti, che vedrà uniti tutti i comitati antidiscarica e inceneritori e i movimenti per la difesa dei beni comuni diffusi sull’intero territorio regionale. Il corteo partirà alle ore 15 da Piazza Matteotti.

Le motivazioni della protesta si possono leggere in una pagina face book dedicata all’evento:  
“La Regione Campania – scrivono i promotori della manifestazione, ricordando prima la situazione generale nel nostro Paese di grande crisi e di divario sempre più enorme tra ricchi e poveri e tra privilegiati e tartassati - si è dimostrata un interlocutore sordo a tutte le proposte della popolazione, e soprattutto determinato a realizzare i suoi progetti assassini: primo tra tutti, la costruzione di nuove discariche ed un nuovo inceneritore nella provincia di Napoli per illuderci di risolvere l’eterna “emergenza” rifiuti”.

La discarica del Castagnaro: “L'Unione Europea minaccia una multa di 516.000 € al giorno e l'unica soluzione che la Regione Campania e il commissario straordinario Vardè sono riusciti a trovare è quella di riempire il solito fosso: ed ecco che compare la Cava del Castagnaro, sita tra Pozzuoli e Quarto”.

La mobilitazione: “Non possiamo permettere che il territorio venga devastato - per sempre - ancora una volta: ora è arrivato il momento di andare sotto i palazzi del potere. Uniamo la nostra voce e la nostra rabbia a quella di chi lotta contro il precariato, per un lavoro utile e dignitoso, per una buona sanità pubblica, per dei trasporti pubblici migliori”

Lista (in continuo aggiornamento) delle realtà che hanno aderito:

Comitato Castagnaro, Rete Commons, Rete Campana salute e ambiente, Consulta Giovani Quarto, Presidio Permanente di Quarto contro Discariche e Inceneritori, Partito dei C.A.R.C., Laboratorio Politivo Iskra, Zero81, Studenti FedericoII, Z.e.t.a. , Collettivo Area Vesuviana, Terzo Piano Autogestito, Dada, Insurgencia, Collettivo B.A.S., FreeBacoli , F.G.C.I. Napoli, USB, l'e.c.o. della fascia costiera, Comitato No Discariche Comuni a Nord di Napoli, Terre di Confine- Commercio Equo e Solidale, Sindacato Lavoratori in Lotta, "Cilento Oltre il Rifiuto", Vesuvio Rosso PMLI,Laboratorio Occupato SKA, CSOA Officina 99, Mamme Vulcaniche, Coordinamento Studenti Flegrei, Comunisti Napoli Est, Cittadini Campani per un piano alternativo dei rifiuti, c.s.o.a Spartaco, csoa Tempo Rosso, Movimento NO-Gas(ce), Skema Libero, Collettivo Architettura BreakOut
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento