rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Giugliano in campania / Piazza Matteotti

#Werestart: migliaia in piazza a Giugliano contro l’inceneritore

Decine di famiglie, molti studenti, comitati territoriali e singoli cittadini. Tantissimi i bambini che, con striscioni e cartelli, hanno sfilato alla testa del corteo manifestando "per il diritto alla salute"

A distanza di un anno,  è ancora mobilitazione a Giugliano contro l’ipotesi della costruzione di un inceneritore. Oltre duemila persone hanno sfilato ieri sera in un corteo, promosso dal gruppo “Giovani Giuglianesi”, che ha attraversato il centro della cittadina a nord di Napoli.

In piazza decine di famiglie, molti studenti, comitati territoriali e singoli cittadini. Tantissimi i bambini che, con striscioni e cartelli, hanno sfilato alla testa del corteo partito alle 18.30 da Piazza Matteotti. Una mobilitazione, specificano i promotori e i manifestanti, contro tutti gli inceneritori, non solo contro quello che potrebbe sorgere a Giugliano, contro l’intera logica dell’incenerimento dei rifiuti e a favore di bonifiche di territori già fin troppo inquinati e di un ciclo virtuoso dei rifiuti. Una battaglia per “il diritto alla salute”.

Manifestazione contro inceneritore Giugliano @V.Graniero/NapoliToday

Commozione e tanti applausi per le lanterne di carta accese e fatte volare in memoria della giovane Veronica, la 27enne giuglianese scomparsa pochi giorni fa a causa di un tumore.  “Basta vittime della Terra dei Fuochi” è il grido di rabbia e dolore che, con grandissima dignità, si leva unanime dalla piazza.

“Dopo un anno siamo ancora qui a cercare di scongiurare lo scempio – spiegano in un manifesto i “Giovani Giuglianesi” – perché il progetto di morte continua”.

Il corteo si è sciolto poi nuovamente a Piazza Matteotti con il discorso di uno degli organizzatori della mobilitazione e sulle note delle tammorre di alcune Paranze giuglianesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#Werestart: migliaia in piazza a Giugliano contro l’inceneritore

NapoliToday è in caricamento