Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Chiaia / Riviera di Chiaia

Morte George Floyd, manifestazione davanti al consolato americano

Centinaia di persone hanno manifestato all'esterno del consolato americano di Chiaia: "No justice no peace", "Black lives matter", "Vogliamo respirare"

"No justice no peace", "Black lives matter", "Vogliamo respirare". Questi i cori scanditi da centinaia di persone si sono radunate sul lungomare, tra riviera di Chiaia e viale Gramsci, all'esterno del consolato americano, per protestare - come negli Stati Uniti accade da giorni - contro le discriminazioni razziali praticate dalla polizia americana. L'episodio che ha scatenato le rivolte negli USA è stata la morte di George Floyd, ucciso da un poliziotto che gli ha tenuto a lungo il ginocchio sul collo impedendogli di respirare. 

Screenshot_20200606_154236-2

Nelle ultime ore un altro episodio è venuto alla luce: è stato documentato a Tacoma (Washington) e risale al 3 marzo. Si riferisce alla morte di Manuel Ellis, 33 anni. Nel video si vede una donna rivolgersi ai poliziotti chiedendo: "Basta, smettete di colpirlo". Un’autopsia ha confermato che l'uomo è morto a causa di "ipossia dovuta a immobilizzazione fisica". 

Tra i cartelli mostrati dai manifestanti: "White silence is violence", "Non è neri contro bianchi, è tutte e tutti contro il razzismo", "Time for change". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte George Floyd, manifestazione davanti al consolato americano

NapoliToday è in caricamento